Quando il marito è il carnefice: una lunga catena di delitti in famiglia

Lunedì 16 Giugno 2014
Il delitto di Carlo Lissi, che ha confessato di aver ucciso la moglie e di due figli di 5 anni e venti mesi a Motta Visconti (Milano), simulando poi una rapina, solo l'ultimo caso di una lunga catena di stragi che si consumano in ambito famigliare e che vedono mariti e fidanzati nel ruolo di carnefici.



Per citare i casi più recenti, solo una settimana fa, a Borgomanero (Torino), un uomo di 56 anni ha ucciso a coltellate la moglie, una maestra sessantenne e poi si è tolto la vita impiccandosi ad un albero. A trovare la donna sono stati i carabinieri, avvisati dai colleghi della vittima che non l'avevano vista arrivare al lavoro.



In precedenza, un altro caso che aveva monopolizzato le pagine di cronaca nera era stata la lite in famiglia degenerata in follia omicida a Collegno, in provincia di Torino. L'ultimo giorno del 2013 Daniele Garattini, 57 anni, ha esploso sei colpi di pistola contro la moglie Letizia Maggio, 54 anni, la suocera Daria Maccari, 84 anni, di Bellinzago Novarese e la figlia Giulia, di 21 anni poi s'è accoltellato al petto, uccidendosi.



È il 16 ottobre del 2013 e sono da poco passate le 19 quando il bracciante di origine kosovara Velj Selmanaj, detto Willy, uccide a colpi di pistola la moglie Senade e la figlia Fatime davanti ad un supermercato di Pescina, in Abruzzo.



Solo qualche giorno prima, l'11 ottobre del 2013, un altro omicidio si consuma in una villetta di Loano, in provincia di Savona. Stefania Maritano, 49 anni, viene uccisa con un colpo di pistola dal marito che poi rivolge l'arma contro se stesso e si toglie la vita. Mistero sul movente del delitto, avvenuto nella villetta isolata in cui la coppia viveva.



In precedenza, il 12 dicembre 2012, la 42enne Beatrice Ballerini, viene trovata morta in un casolare di Nievole, non lontano da Montecatini Terme (Pistoia). A commettere l'omicidio, stringendo il braccio al collo e soffocandola, l'ex marito Massimo Parlanti, con cui la donna aveva organizzato un incontro per discutere della gestione dei figli.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Botte per buttare i sacchetti e le dispute rabbiose sul web

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma