Laetitia Casta, Una donna per amica: «Le critiche di Sanremo? Io penso al nuovo film»

Martedì 25 Febbraio 2014 di Filippo Bernardi
Laetitia Casta

tornata sul palco dell'Ariston, si beccata un bel po' di critiche ma non gliene potrebbe (almeno cos dice) fregare di meno. Le cronache rosa la vogliono innamorata di un 35enne pugliese, dopo la fine della storia con Stefano Accorsi. E giovedì uscirà nelle sale con un ruolo da protagonista. Laetitia Casta riparte dall'Italia. Capelli raccolti, tubino rosa, un filo di trucco: la modella còrsa ieri era la star dell’anteprima di Una donna per amica, l'ultima fatica di Giovanni Veronesi. Bellissima in un cast dove le belle non mancano: Valeria Solarino, Valentina Lodovini, Virginia Raffaele. Interpreta Claudia, l’ "amica" che fa andare ai matti un bravo Fabio De Luigi, alias Francesco, ovviamente innamorato di lei.

Ma lei ci crede all'amicizia tra uomo e donna?

«Certo che ci credo, esiste ma è un amore diverso, di tenerezza, complicità. Senza un'aspettativa sessuale, fisica. E' possibile... ma è rarissimo».

Le è mai capitato di vivere una situazione come quella di Claudia, il personaggio che interpreta?

«Mi è successo quando ero piccola, avevo 12 anni. Non volevo perdere un amico ma mi resi conto che la situazione mi faceva soffrire e allora preferii troncare tutto. In fondo anche questo è amore».

Lei nel film dice che l'Italia mette ansia sui sentimenti, in Francia si è più liberi?

«No, non credo... La società può mettere ansia un po' su tutto. Anche il guadagnare denaro genera ansia. Persino la famiglia».

Nel film la vediamo giocare, azzuffarsi, rotolarsi e anche piangere con Fabio De Luigi. Com’è stato lavorare con lui?

«Siamo diventati immediatamente amici. Prima di girare abbiamo cercato e trovato una notevole complicità per rendere credibile la storia. Non è stato difficile piacersi, Fabio è un uomo amichevole e generoso».

Nella realtà le piacciono gli uomini imbranati alla Francesco o preferisce i "dannati"?

«Quando mi innamoro non so perché succede. Succede e basta».

C'è un'attrice italiana che le piace in particolare?

«Ci sono molte attrici italiane che ammiro. Tra le mie icone ci sono certamente Monica Vitti e Anna Magnani. Mi piace molto Stefania Sandrelli per la sua generosità, sensualità. Ah, poi ovviamente c’è anche Sophia Loren».

Giovanni Veronesi l'ha riempita di complimenti, definendola un "marine" per il suo impegno sul set. Il duetto con Fazio a Sanremo, però, le ha procurato molte critiche, c’è rimasta male?

«Rimasta male delle critiche? Ah be' se pensassi a quelle non farei niente. Sono sempre stata criticata, fin dall'inizio della mia carriera. Le critiche sono la mia energia per andare avanti, il mio fuoco».

Nel cast di Una donna per amica ci sono molte donne. Ha fatto amicizia con qualcuna di loro?

«Mi ha colpito molto Valeria Solarino, con la sua discrezione, la sua timidezza e il suo impegno sul lavoro. Ha qualcosa dentro di sé... una sorta di solitudine molto toccante. Ho conosciuto tante belle persone sul set».

Sul set ha ritrovato anche l'amore?

«A questo non rispondo...». (Ma Laetitia non smentisce. Il fortunato si chiama Lorenzo. Si sono conosciuti proprio durante le riprese del film di Veronesi - lui pare fosse assistente di produzione - e sono stati più volte fotografati insieme, anche a Sanremo).

Ultimo aggiornamento: 1 Marzo, 11:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA