Pamela Prati a Sorrento: shopping per dimenticare l'affaire Mark Caltagirone

Sabato 6 Luglio 2019 di Ciriaco M. Viggiano

SORRENTO - Per settimane è stata al centro del gossip per la storia d'amore col fantomatico Mark Caltagirone, imprenditore col quale avrebbe avuto addirittura intenzione di sposarsi ma che in realtà non esiste. Ora, archiviata la vicenda che per lungo tempo ha catalizzato l'attenzione dei media, Pamela Prati si rilassa e ritrova il sorriso. Dove? A Sorrento, città nella quale è stata avvistata nelle ultime ore, dopo qualche giorno di vacanza in compagnia dell'amica Valeria Marini.

La 60enne showgirl, attrice e cantante si è concessa un po' di svago e di shopping in Costiera. In uno splendido vestitino bianco che ne esaltava la bellezza, Pamela è entrata in alcune boutique di corso Italia dove ha acquistato un paio di sandali artigianali. Immancabile la visita ad Antonio Cafiero, il pasticciere sorrentino dei vip che della Prati è amico di vecchia data: ad agosto 2006 fu proprio la showgirl sarda a immergersi in una vasca contenente 200 chili di nutella all'esterno del bar "Primavera", nell'ambito di un evento dedicato agli amanti del cioccolato. «Passano gli anni, ma Pamela è sempre bella - ha raccontato Cafiero - Vederci ci ha dato l'opportunità di ricordare i bei tempi andati, a cominciare dal quel mitico Ferragosto del 2006». Per la Prati anche un vassoio di delizie al limone, dolce-simbolo della tradizione sorrentina.

Insomma, la showgirl sembra essersi messa definitivamente alle spalle il fidanzato fantasma e i rapporti turbolenti con le agenti Perricciolo e Michelazzo. Su Instagram appare più bella e serena che mai, in barca o in bikini mozzafiato, decisa a riprendersi la propria vita dopo mesi nell'occhio del ciclone. Lo dimostra anche un post recentemente pubblicato sul social network: «Grazie. A tutti coloro che mi sono stati vicini in questi mesi difficili e grazie anche a chi mi ha fatto del male, in questi stessi mesi, in cui era facile farmene. Senza i secondi, non avrei visto così bene e amato così tanto i primi. Grazie per tutti i messaggi che mi avete mandato e grazie per aver rispettato il mio silenzio, risultato di un ferita su cui, appena mi sporgevo, veniva buttato del sale. Ci si rialza più forti di prima».

Ultimo aggiornamento: 16:38 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Noi, viaggiatori compulsivi con destinazione “ovunque

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma