Volontaria morta la sera di Natale, dramma senza fine: indagato anche il papà

Lunedì 27 Gennaio 2020
Morte di Ilaria Lai​: due persone indagate per omicidio stradale. E tra loro c'è anche il papà di Ilaria.Insomma, per la famiglia Lai un dramma senza fine. Prima con la morte della ragazza; ora con le conseguenze giudiziarie di quel tragico evento, in cui è coinvolto anche il papà di Ilaria.

Frosinone, incidente tra due auto accanto alla chiesa: Ilaria muore a 26 anni mentre va alla messa di Natale

Ragazza morta mentre andava alla messa di Natale: domenica i funerali Sarà lutto cittadino

Morta la notte di Natale, Arce e Fontana Liri si fermano per l'ultimo saluto a Ilaria

Proseguono a ritmo serrato le indagini sul decesso della ragazza di 26 anni residente a Fontana Liri, deceduta nell'incidente avvenuto in territorio di Arce nella notte dello scorso Natale. Al momento la procura ha indagato per omicidio stradale il padre della ragazza Maurizio Lai, e Mirko Buttarazzi, il conducente dell'Alfa Giulietta di 30 anni, residente a Monte San Giovanni Campano, che si era andato a scontrare con la Lancia Y alla cui guida si trovava il padre della giovane deceduta.

LA VERIFICA
Oggi (27 gennaio), presso il custode giudiziario l'officina Fabrizi di Arce, inizieranno le operazioni peritali sulle due auto coinvolte nell'incidente, da parte dei consulenti incaricati dalla procura. Ciò (in base all'urto ricevuto dalla due auto) al fine di accertare l'esatta dinamica dell'incidente e stabilire a chi addossare la responsabilità di quel decesso. Ilaria Lai ricordiamo, una bella ragazza che faceva parte dei volontari della Protezione Civile, che si era laureata da poco in scienze pedagogiche presso l'università di Cassino e che aveva ambiziosi progetti per il suo futuro, è deceduta la notte di Natale scorso, mentre con il padre si stava recando alla messa di Mezzanotte.

IL FRATELLO SEMINARISTA
Ad attenderli in chiesa il fratello di Ilaria, stimato seminarista che avrebbe dovuto prendere i voti a breve. Ma La ragazza in quella chiesa non arriverà mai.
Poco prima di svoltare nel parcheggio della parrocchia di Sant'Eleuterio,in territorio di Arce, la tragedia. L'Alfa Giulietta condotta dal trentenne di Monte San Giovanni Campano si è andata a scontrare con la Lancia Y dove viaggiavano padre e figlia. Un impatto violentissimo che non ha lasciato scampo alla giovane Ilaria che è deceduta sul colpo. Quando i soccorritori sono giunti sul posto il cuore della 26enne aveva già cessato di battere.

I FERITI
Nell'incidente è rimasto ferito gravemente anche il padre che è stato trasportato dall'ambulanza del 118 in codice rosso presso l'ospedale Santissima Trinità di Sora. I sanitari del nosocomio sorano hanno poi stilato una prognosi di trenta giorni.
Mirko Buttarazzi , il conducente della Giulietta è rimasto fortunatamente illeso. Subito dopo il sinistro mortale la procura ha avviato l'inchiesta. I due indagati sono stati raggiunti da avviso di garanzia. Il magistrato titolare dell'inchiesta Maria Carmen Fusco ha disposto l'esame autoptico sulla salma.

Il medico legale si è preso 90 giorni di tempo per consegnare i risultati della perizia fondamentali ai fini di accertare eventuali responsabilità da parte degli indagati. Da sottolineare che l'automobilista di Monte San Giovanni Campano, che è difeso dall'avvocato Angelo Testa, sarebbe risultato positivo, seppure per pochi gradi in più, rispetto a quelli consentiti, all'alcotest. Esame a cui è stato sottoposto subito dopo l'incidente presso l'ospedale di Sora. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma