Anagni, via libera alla costruzione del polo della Logista: previste 250 assunzioni

La zona industriale di Anagni
di Paolo Carnevale
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Settembre 2021, 10:50 - Ultimo aggiornamento: 12:53

Il comune di Anagni nei giorni scorsi ha reso noto il fatto che la Conferenza dei servizi ha dato il via libera definitivo al progetto per la realizzazione, nel territorio della città dei papi, di uno stabilimento di deposito e smistamento di materiali realizzato dalla società Vailog, una società di sviluppo immobiliare, per conto della Logista, colosso della distribuzione di merci.

Si tratta, di fatto, del via libera definitivo per la realizzazione di uno stabilimento la cui inaugurazione era stata già celebrata lo scorso 30 maggio ad Anagni con la posa della prima pietra nella zona che diventerà a breve la sede dello stabilimento. In quella occasione, anche a sottolineare l'attenzione della dirigenza della società rispetto al tema della sostenibilità ambientale, era stato piantato nel territorio circostante allo stabilimento vero e proprio un uliveto biologico con oltre 60 piante di ulivo.

Una volta completati i lavori, nella zona sorgerà dunque una mega struttura da oltre 11.000 metri quadrati (con intorno oltre 17.000 metri quadrati di verde) di proprietà della Logista, leader europea nella distribuzione soprattutto di prodotti per bar, tabaccherie, parafarmacie. Un complesso che consentirà anche di dare lavoro, almeno per quanto riguarda le prime previsioni, ad oltre 250 persone nella zona.

La notizia è stata salutata con soddisfazione ieri pomeriggio dal sindaco di Anagni Daniele Natalia. Che ha sottolineato come realizzazione di questo stabilimento rappresenti «la conseguenza di una politica che abbiamo iniziato da tempo ad Anagni. In una zona particolarmente penalizzata dal punto di vista ambientale abbiamo scelto di non dire no a tutto, ma di seguire un ambientalismo consapevole.

Cercando, nel rispetto delle regole, di sveltire le pratiche burocratiche per indurre gli investitori a venire nella nostra zona. Nasce da questo atteggiamento- ha concluso il primo cittadino- un progetto che nei prossimi mesi porterà ad Anagni lavoro ed occupazione».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA