ROMA

"Tocco il Cielo e torno", l'incredibile
storia di una super mamma

Sabato 19 Settembre 2020 di Andrea Tagliaferri
Alessia Marcoccia e Lorella Cuccarini
“Tocco il Cielo e torno”, la drammatica storia dal lieto finale di Alessia Marcoccia e suo figlio William in un libro. È quanto verrà presentato domani alla Villa Comunale di Frosinone nell’ambito di un evento organizzato ad hoc dalla protagonista e presentato da Alessia Del Sette. A questa “prima” seguiranno, poi, una seconda presentazione il 25 settembre presso l’Arena Vitruvius a Formia e il 27 al Farnesina Book Fest a Roma. “Tocco il Cielo e torno” racconta del miracolo della medicina che contraddistingue la struggente storia di speranza di una giovane mamma e suo figlio, nato “nonostante tutto”. Alessia Marcoccia racconta che nel 2008 aveva tutto, una bella storia d’amore, il successo professionale, la bellezza ma, proprio quando aveva appena scoperto di aspettare un bimbo che avrebbe coronato questo bellissimo momento, la giovane regista iniziò ad avere una serie di sintomi via via sempre più invalidanti che, nel giro di poco, tra un ospedale e l’altro, la portarono sulla sedia a rotelle con fortissime limitazioni nella vita di tutti i giorni. Anche l’aspetto cominciò a cambiare e arrivò il momento della tanto temuta quanto attesa risonanza magnetica che non lasciò spazio all’interpretazione. Interrompere la gravidanza e fare un intervento d’urgenza, sarebbe stata la cosa più semplice ma Lei scelse un’altra strada. In quel momento qualcosa in Alessia cambiò, era già “madre” e questa grinta, questo spirito di sopravvivenza per sé e per la sua prole, si impossessarono di lei, tanto che divenne essa stessa il sostegno per tutti coloro che le stavano attorno e che le volevano bene. Decise di tenere il bambino, partorì tra lo stupore di tutti, medici compresi, abbracciò il suo “principino” William e poi decise per tentare il tutto per tutto con un delicatissimo intervento. Si affidò alle sapienti mani del Prof. Maira, allora Direttore dell’Istituto di Neurochirurgia del politecnico Gemelli di Roma, che il 4 dicembre dello stesso anno, la salvarono tra lo stupore della comunità medica italiana. Oggi, a discapito di tutto e tutti, è mamma, moglie, artista ed ha deciso di raccontare la sua esperienza e la sua vita come qualcosa di meraviglioso in un suggestivo ed emozionante racconto. William ha quasi 12 anni, gioca a tennis, suona il pianoforte ed ha una sensibilità disarmante e il legame con la sua ‘mamma-guerriera’ è evidente anche solo vedendoli passeggiare vicini. Il progetto di Alessia Marcoccia comprende anche un altro “ramo”, il blog www.toccoilcieloetorno.it, dove il racconto è attualizzato periodicamente e può essere d’aiuto a chi si trova ad affrontare un momento di difficoltà.
 
  © RIPRODUZIONE RISERVATA