MALTEMPO

Sora - Allerta meteo, il sindaco annulla la "Fiaccolata per la legalità" in programma per domani, ma è polemica

Giovedì 15 Ottobre 2020 di Roberta Pugliesi
Alcune fiaccolate “bagnate”

Era già nata tra le polemiche. Non aveva trovato il plauso generale che forse ci si aspettava, nonostante il fine nobile. La fiaccolata contro tutte le mafie, in programma per domani 16 ottobre a Sora è saltata. Lo ha fatto sapere il sindaco Roberto De Donatis a seguito delle previsioni meteo avverse emesse dal Dipartimento della Protezione Civile, che indicano “precipitazioni sparse, anche a carattere di rovescio o temporale, con quantitativi cumulati da deboli a puntualmente moderati” e quindi allerta meteo fino a domani sera. Visto il bollettino il Sindaco ha deciso di rinviare a data da destinarsi il flash mob e la “Fiaccolata della Legalità”. Non era prevista una grandissima partecipazione ma forse non sarebbe nemmeno servita. Trattandosi di un gesto simbolico, nato da un'idea maturata dopo l'operazione Requiem, che ha portato all'arresto di 27 persone per droga, estorsione e riciclaggio, e a seguito di alcune polemiche che ne erano seguite, sarebbe forse bastato anche solo accendere - con un ombrello in mano - un cero sotto il Municipio. Sarebbe stato un segnale, il segnale. Così come avvenuto in altri luoghi (foto) in cui, a seguito di episodi particolari, amministrazioni o associazioni, hanno organizzato fiaccolate. Tanto per citarne alcuni: Raiano per le vittime del sisma, Vigevano per le donne vittime di violenza, Reggio Emilia per Jessica Filianti, Terni dinanzi le acciaierie, Roma per Roberta Smargiassi, Fiumicello per Giulio Regeni e tante tante altre. Tutte bagnate, tutte con l'ombrello. Tutte, comunque, da ricordare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA