CORONAVIRUS

Sono iniziate le prove preselettive per i concorsi indetti dalla città di Cassino. I test, però, sono stati eseguiti nel Palazzetto dello Sport di Frosinone.

Giovedì 24 Settembre 2020 di Matteo Ferazzoli

Sono iniziate ieri le prove preselettive per i sette concorsi pubblici, indetti dal Comune di Cassino, per 16 posti disponibili, oltre ai 7 riservati per il personale interno. Gli esami concorsuali, scaglionati in diversi appuntamenti, si stanno però svolgendo in questi giorni nella città di Frosinone, nei pressi dello stadio comunale “Benito Stirpe”. Il numero totale, infatti, di persone ammesse ai concorsi, corrisponde a ben 2881 candidati. Per garantire al meglio, quindi, tutte le misure e le disposizioni anti Covid 19, è stato preso in affitto il Palazzetto dello Sport della città capoluogo dove, nelle giornate di ieri, oggi e domani si stanno svolgendo tutte le fasi iniziali dei test. I concorsi sono stati indetti per figure come istruttore direttivo amministrativo contabile, istruttore tecnico geometra, istruttore direttivo di vigilanza e di collaboratore tecnico specializzato. La prima prova di selezione, utile per la carica di istruttore direttivo amministrativo, è iniziata ieri mattina alle ore 11. Il raduno degli aspiranti impiegati, in realtà, è iniziato già verso le 10. I primi ingressi nel Palazzetto si sono registrati alle 10 e 45. Più di trecento sono state le persone giunte nel capoluogo, solo per cimentarsi nella prova delle 11. Altre sono poi arrivate alle 13 e alle 15, per le gare riferite al ruolo di istruttore amministrativo contabile. Per evitare assembramenti, in ogni caso, si è studiato un protocollo per il pieno rispetto delle normative anti contagio. Le corsie per l’ingresso nella struttura, infatti, sono state diverse, divise in base ai cognomi dei candidati. Una volta arrivati sulla soglia d’entrata, a tutti i partecipanti è stata misurata la temperatura. I tavoli all'interno del Palazzetto, sono stati divisi in quattro gruppi, seguendo il criterio della lettera iniziale del cognome dei partecipanti. Ogni esaminando doveva portare con sé un’autodichiarazione compilata, in cui attestava di non esser in quarantena, di non aver contratto il Covid né di esser stato a contatto con persone risultate positive nei 14 giorni precedenti. Oltre questo, i partecipanti dovevano avere anche una penna nera. Per chi non ne era in possesso, è stata consegnata dagli organizzatori stessi. Per i servizi igienici si è studiato un altro percorso e diverse opzioni, per poi entrare nell’area adibita all'esame. Tutti i candidati, in ogni caso, hanno indossato le mascherine – pena l’esclusione dai test- e si è cercato di rispettare, anche nello spazio esterno, il distanziamento sociale. All’entrata della struttura, oltretutto, è stato posizionato l’occorrente necessario per l’igienizzazione delle mani. Nella mattinata di ieri. si è registrato anche l’intervento di una pattuglia della Polizia Locale di Frosinone che ha invitato, nella fase d’entrata, le persone a restare distanziate tra loro. Alle 13, invece, e alle 15 sono poi iniziate le preselezioni per l’accesso ad un’altra delle sette gare organizzate. «Ho già provato altri concorsi– ha spiegato una ragazza del cassinate – ma non è andata bene. Anche ora non sono così fiduciosa, visto il numero altissimo dei partecipanti. Ho comunque deciso di esserci, tanto non ho nulla da perdere». Anche nella giornata di oggi, sempre al Palazzetto dello Sport nel capoluogo, sono previste altre 3 prove preselettive, per i profili di collaboratore amministrativo e istruttore tecnico geometra. La prima alle ore 11, la seconda alle 13 e la terza alle 15. Nell'ultima giornata, quella di domani, le prove saranno solamente 2 e riguardano la figura di istruttore direttivo di vigilanza e collaboratore tecnico specializzato. La prima inizierà alle 11 e la seconda alle 14.
Matteo Ferazzoli

Ultimo aggiornamento: 25 Settembre, 08:13 © RIPRODUZIONE RISERVATA