Scuola, solo il 55% degli studenti è vaccinato
In aula si tornerà con il “distanziamento”

Carlo Ferrazzoli (Cisl)
di Aldo Simoni
2 Minuti di Lettura
Domenica 1 Agosto 2021, 03:10 - Ultimo aggiornamento: 2 Agosto, 08:03

Manca poco più di un mese alla riapertura delle scuole e l’interrogativo di ragazzi e genitori è: “come sarà?”
I professori hanno aderito in massa alla campagna di vaccinazione, sfiorando la percentuale del 98%.
I ragazzi, invece, sono vaccinati in misura del 55%.
«Abbiamo aderito in massa alla campagna di vaccinazione - spiega il professor Carlo Ferrazzoli, segretario provinciale della Cisl Scuola (nella foto) - perchè sin da febbraio noi (insieme ai medici) siamo stati considerati i più a rischio. E dovendo fornire un importante servizio pubblico non potevamo tirarci indietro. L’invito mio, ma anche dei colleghi, è ora rivolto ai ragazzi: “sfruttate il mese di agosto per vaccinarvi”. Solo così, infatti, potremo sperare in una ripartenza diversa».
Già, la ripartenza: ma come sarà?
«Considerando che i bambini fino a 12 anni non si vaccinano e tenendo presente che anche gli adolescenti sono indietro con le prenotazioni, dovremo aspettarci un inizio di anno nel segno del “distanziamento”. Ma sia ben chiaro: non come si prospettava lo scorso anno nei teatri e nei cinema (soluzione poco praticabile). Bensì utilizzando gli spazi interni: ossia le aule più grandi, la palestre e i giardini della scuola. Ovviamente non potremo fare a meno delle mascherine e della sanificazione continua, eseguita dal nostro personale interno. Solo così potremo fare a meno della Didattica a distanza e dei doppi turni che, dove attuati in provincia di Frosinone, hanno creato solo problemi».
IL CONSIGLIO GENERALE
Dunque, anche quest’anno, il rientro a scuola non sarà dei più agevoli (anche se sicuramente meno traumatico rispetto allo scorso anno). E di questo si parlerà giovedì quando si riunirà il Consiglio Generale della Cisl (32 membri) che a fine anno dovrà eleggere il segretario provinciale (anche se la riconferma di Ferrazzoli appare scontata).
Il 7 settembre, invece, i rappresentanti della scuola si ritroveranno ad Arce per il consueto incontro (organizzato sempre dalla Cisl) per discutere del rientro e del Piano Scuola.
«Il nostro sindacato - osserva Ferrazzoli - ha fatto passi da gigante negli ultimi anni, con iscrizioni sempre in crescita e superando quota 3.200 iscritti (su 8 mila lavoratori nella Scuola)». Un risultato ancor più importante se si pensa che, con quota 100, ci sono stati centinaia di pre-pensionamenti.
«E voglio precisare - conclude Ferrazzoli - che al nostro Congresso inviterò anche Francesco Maura, 18enne di Frosinone, ma studente del Liceo Scientifico di Ceccano, che a marzo è stato insignito del titolo di “Alfiere della Repubblica” dal presidente Mattarella, per le sue capacità. Lo inviterò perchè tutti devono sapere che la nostra, è una scuola fatta di eccellenze. E Francesco ne è la dimostrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA