Ospedale Frosinone, più posti letto e nuovi specialità: chirurgia maxillo-facciale e vascolare, gastroenterologia

La Regione Lazio ha approvato la programmazione per il biennio 2024-2026

L'ospedale "Spaziani" di Frosinone
di Giovanni Del Giaccio
3 Minuti di Lettura
Venerdì 8 Dicembre 2023, 06:56

Nuova rete ospedaliera per il Lazio, con ricadute anche per la Asl di Frosinone. In particolare nel rapporto tra residenti e posti letto, oltre che per le specialità di nuova attivazione. A renderle note è stata la Regione che ha approvato la programmazione 2024-2026 dell'offerta sui territori. Che diventano centrali per «riorientare la capacità di ricovero, con lo scopo di gestire in prossimità le attività di media complessità e la continuità assistenziale».

Medici, sciopero per pochi in Ciociaria. «Siamo stati responsabili»

Un lavoro che «arriva dopo mesi di studio dei dati epidemiologici della popolazione e di osservazione di tutti i comportamenti sanitari negli ultimi 24 mesi» relativi ai «dati di attività, di appropriatezza e di esito di tutte le strutture sanitarie del Lazio pubbliche e private».

Un lavoro al termine del quale è stata impostata la nuova programmazione «che la Giunta Rocca ritiene colga meglio i bisogni assistenziali dei cittadini del Lazio garantendo quando più possibile la prossimità delle cure».

«Sono molto orgoglioso - ha detto Rocca - di aver approvato la delibera. Aumenteranno in misura consistente i posti letto sia a Roma che in tutte le province. Questo risponde ad un'esigenza, quella di governare la nostra sanità, in un'ottica non più romanocentrica, garantendo ai territori un'assistenza e una qualità del servizio che assicurino la dignità e il rispetto per i pazienti e per gli operatori sanitari».

I NUMERI

In Ciociaria si passerà a 1.479 posti letto, di cui 1.109 per acuti e 370 post-acuti, in confronto ai 1.433 posti letto, di cui 1.085 per acuti (ma ne sono attivi 1003) e 348 posti-acuti, della rete ospedaliera precedente. Sono 46 letti in più che portano il rapporto a 3,07 ogni mille abitanti, superando lo scoglio dei 2,97 posti letto ogni mille abitanti della programmazione passata.

Secondo la delibera si procederà con il rafforzamento dell'offerta specialistica e di urgenza per l'ospedale "Fabrizio Spaziani" nel capoluogo, ma anche con la terapia oncologica e la lungodegenza presso i nosocomi di Sora e Anagni.

LE PREVISIONI

Sono previste per lo "Spaziani" le attivazioni di chirurgia maxillo-facciale, chirurgia vascolare e gastroenterologia. Ad Alatri arriveranno o saranno potenziate ortopedia e urologia, al Santa Scolastica di Cassino la neurologia e all'ospedale Santissima Trinità di Sora la rimodulazione dei posti letto con l'incremento di oncologia e lungodegenza. «È in corso l'identificazione di un ulteriore fabbisogno per l'assistenza di prossimità con 10 posti letto per acuti e 10 posti letto post-acuti». Alla luce della delibera sulla rete ospedaliera, è più chiaro anche il contorno entro il quale dovrà essere predisposto dalla commissaria Sabrina Pulvirenti il nuovo atto aziendale della Asl.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA