Riattivato il sito della Regione, al via le prenotazioni per vaccinarsi

Riattivato il sito della Regione, al via le prenotazioni per vaccinarsi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 6 Agosto 2021, 02:40 - Ultimo aggiornamento: 15:48

Il sistema informatico della regione Lazio, dopo l’attacco hacker delle scorse ore, sta tornando lentamente verso la normalità. 

Ieri è stato riattivato il portale per la prenotazione di vaccini contro il Covid raggiungibile al link: prenotavaccino-covid.regione.lazio.it, mentre lunedì sarà attivo un sito temporaneo per tutti gli altri servizi.
«Con 24 ore di anticipo sulla tabella di marcia, è stato ripristinato nel Lazio il servizio di prenotazione dei vaccini antiCovid in tempi record. Questo è un segnale importante» ha dichiarato il presidente della regione Lazio, Nicola Zingaretti, mentre continuano le indagini della polizia postale sulla sede della Regione di Frosinone (settore Enti Locali).

Poi, in serata, si è diffusa la notizia che l’attacco cibernetico alla Regione Lazio non è partito dal computer di un dipendente regionale, e nemmeno dalla sua controllata LazioCrea. Ma da quello di un dipendente della Engineering Informatica, il colosso del settore che per il Lazio lavorava su un progetto a Frosinone. Ma la società ha subito smentito.

In Ciociaria oltre ai disagi resta la pressione dei contagi che, ormai da diversi giorni, non allentano la presa. Nella giornata di ieri su 508 tamponi molecolari sono stati registrati 40 nuovi positivi e un morto, si tratta di una donna di 92 anni di Monte San Giovanni Campano. Il rapporto tra positivi e tamponi si è attestato al 7,8 percento, inferiore rispetto alle ventiquattr’ore precedenti, quando era stato del 9,5 percento. 

I nuovi positivi riguardano Ceccano e Sgurgola 5 casi, Frosinone 4, Alatri, Paliano, Piedimonte San Germano, Pontecorvo e Roccasecca 3, Aquino e Sora 2, Acuto, Anagni, Arpino, Cassino, Castelliri, Colle San Magno e Piglio 1. I negativizzati sono stati dieci, 13 sono invece gli attuali ricoverati nel reparto di Malattie Infettive dello Spaziani di Frosinone. Si spinge sulla vaccinazione, unica arma anche contro la variante Delta, anche e soprattutto in vista della riapertura delle scuole prevista tra poche settimane. 

Oggi ci sarà il secondo giorni di open day riservato ai ragazzi tra i 12 e 20 anni. L’accesso all’ospedale Spaziani di Frosinone e all’hub Stellantis è diretto e potrà avvenire dalle 8.30 alle 19.30. Al via oggi, invece, l’obbligo del green pass per chi ha più di 12 anni d’età, per l’accesso, anche in zona bianca, a teatri, cinema, concerti, eventi sportivi, fiere, congressi, musei, parchi divertimento, centri termali, sale bingo e casinò, concorsi pubblici. Ma anche per sedersi ai tavoli al chiuso di bar e ristoranti (non sarà invece necessario per consumare al bancone e neppure all’aperto).

E anche in piscine, palestre, eventi sportivi di squadra, centri benessere, per le sole attività al chiuso. 
«Il pass – è stato spiegato dall’Asl di Frosinone, già necessario per partecipare a feste di nozze, visitare parenti nelle Rsa e nelle sale d’attesa dei pronto soccorso, consentirà anche di entrare nei reparti ospedalieri per far visita ai familiari». Nel Lazio ci sono stati 544 nuovi casi positivi (compreso 31 recuperi del giorno precedente) e 6 decessi. I ricoverati sono 392, le terapie intensive 53. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA