Rapina al giocatore del Napoli Ounas, ecco chi sono i 5 tifosi ciociari arrestati

Domenica 14 Luglio 2019 di Marina Mingarelli
Rapina al giocatore del Napoli Adam Ounas: arrestati cinque ultras canarini. Si tratta di Luca Forte, 26 anni di Frosinone; Luca Razzeca anche lui frusinate di 38 anni; Omar Ben M'Salem, 28 anni, nato e residente nel capoluogo ciociaro; Joy Galuppi nato a Roma ma residente a Frosinone di 41 anni e Giorgio Vona 28 anni di Frosinone.
Le misure cautelari sono state eseguite ieri mattina a conclusione delle indagini gli agenti della Digos di Frosinone, in collaborazione con i colleghi di Roma. Tutti sono accusati di rapina aggravata in concorso e si trovano ai domiciliari.

I fatti risalgono al termine della partita di calcio Frosinone-Napoli dello scorso 28 aprile. Nel corso della partita gli animi si erano fatti tesi perché si era diffusa la notizia, poi rivelatasi falsa, del furto di una bandiera del Frosinone ad opera dei tifosi napoletani. Alcuni supporters della curva nord con intenzioni bellicose si sono diretti in via Armando Fabi dove si erano parcheggiate le auto dei tifosi partenopei. Il tentativo di raid però è stato bloccato dalle forze dell'ordine.

Un gruppo di tifosi, tornando in direzione dello stadio, ha incontrato il calciatore Ounas, appena uscito dallo stadio e fermatosi a parlare con alcuni parenti. I cinque ultras, incuranti della presenza delle telecamere di sorveglianza e delle forze dell'ordine, lo hanno assalito e strappato di dosso lo zaino.
Il giocatore nel tentativo di divincolarsi e scappare, è caduto a terra procurandosi lievi ferite al ginocchio. Sul posto sono arrivati subito gli agenti della Digos.

Lo zaino del calciatore era stato subito recuperato perché i malviventi temendo di essere riconosciuti lo avevano abbandonato. Ma la loro incursione non era passata inosservata: tutto era stato ripreso dalle telecamere del sistema di videosorveglianza posizionate in varie zone all'esterno dello stadio Stirpe. Una volta identificati, gli agenti hanno perquisito le loro abitazioni e hanno trovato gli abiti indossati durante la rapina.
Tra gli indagati c'è anche il tifoso che era stato arrestato subito dopo la partita, in quanto autore del lancio di sassi contro le forze dell'ordine nel corso dei tafferugli che c'erano stati al termine del match.

I cinque tifosi sono difesi dagli avvocati Giampiero Vellucci, Riccardo Masecchia e Daniele Mieli. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

“Book crossing”, a Roma a volte non funziona

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma