Raffica di furti al cimitero

Lunedì 10 Settembre 2018 di Marina Mingarelli
I ladri si accontentano proprio di tutto. Anche di rubare i vasi di fiori ( compresi quelli di plastica) che i cittadini lasciano davanti alle tombe dei loro cari. Nei giorni scorsi altra raffica di furti al cimitero di Colle Cottorino a Frosinone. Quelle maggiormente prese di mira riguardano i piani bassi dove i ladri possono accedere con molta facilità. Gli atti vandalici sovente avvengono di notte quando con la complicità del buio i ladri possono agire indisturbati La cosa ancora più spregevole è che i soliti ignoti che non sanno davvero cos'è il rispetto per i morti, arrivano a trafugare i peluche e i pupazzetti che vengono lasciati davanti alle tombe dove riposano i bambini. Quegli oggetti per molti genitori colpiti dal grande dolore, rappresentano un modo per sentire ancora vicini i loro figlioletti. Identica situazione per i giovani deceduti tragicamente dove amici e parenti ogni volta che si recano sulle loro tombe non dimenticano mai di portare oggetti che rappresentano simboli di affetto. Facile davanti a quei loculi, trovare sciarpe con i colori della squadra di calcio preferita o dei cd musicali della band che il povero defunto amava ascoltare quando era in vita. Sovente questi oggetti vengono trafugati impunemente da persone senza cuore. L'ultimo di una serie di furti è stato scoperto ieri mattina da una signora che si era recata a pregare sulla tomba della madre morta due anni fa. La donna che si trovava nella zona dove sono stati realizzati i nuovi loculi, continuava ad inveire su coloro che avevano ripulito quel davanzale di marmo dove precedentemente aveva lasciato una bella pianta di ortensie realizzate con la stoffa ed una composizione di piante grasse. Per non parlare dei lumini. Anche quelli vengono trafugati come se niente fosse. Un mercato della ricettazione dietro a questa raffica di furti? Non ci è dato sapere, ma certo non si spiega come sia possibile che avvenga tutto questo. Rubare al camposanto è la cosa più deplorevole che un individuo possa fare. Più volte i cittadini esacerbati da questo stato di cose avevano chiesto l'installazione delle telecamere in quel luogo dove dovrebbe regnare la pace ed il silenzio. Sulla questa richiesta qualche tempo fa era scesa in campo anche l'impresa funebre Cameracanna La quale tramite facebook aveva riportato le lamentele di tanti loro clienti che avevano subito furti al cimitero di Frosinone. In quell'occasione erano stati trafugati targhe di bronzo, candelabri di ottone ed altri oggetti sacri. Il sindaco Ottaviani dal canto suo aveva fatto sapere che le gli apparecchi di videosorveglianza erano stati posizionati agli ingressi e che sarebbero stati potenziati, sui vialoni principali. Ora però c'è bisogno di ulteriori impianti anche all'interno del cimitero. Le misure di sicurezza messe in atto fino a questo momento evidentemente non spaventano i ladri che continuano ad agire indisturbati.
  Ultimo aggiornamento: 16:24 © RIPRODUZIONE RISERVATA