Qualità dell'aria, esami
di spirometria
in accordo con i medici

Domenica 26 Gennaio 2020
Un importante progetto di collaborazione tra il comune di Patrica e l'Associazione Medici di Famiglia per l'ambiente è stato sottoscritto tra le parti per la volontà comune di effettuare esami di spirometria tra i cittadini del centro lepino che abitano in varie zone del paese. L'obiettivo ha fatto sapere il sindaco di Patrica, Lucio Fiordalisio: "E' quello di verificare se esiste una connessione tra malattie quali asma e broncopneumatia e aree geografiche nelle quali si vive. I cittadini che intendono aderire al progetto con età compresa tra i 6 ed i 90 anni con esclusione per i fumatori ed i cardiopatici, potranno farlo all'interno degli ambulatori medici del comune di Patrica, ovviamente in date ed orari da stabilire. "Ringrazio i nostri medici di base ai quali ho inviato una nota descrittiva del progetto in essere- ha spiegato Lucio Fiordalisio- Siamo convinti che questa nostra azione potrà fornirci delle risultanze che saranno successivamente utili per proseguire nella nostra battaglia legata alla tutela dell'ambiente e della salute. Stiamo inviando anche lettere ai cittadini per invitarli a partecipare. Questa analisi sarà totalmente gratuita ed inizialmente prevede un campione di 150 persone. Entro un paio di mesi il progetto dovrebbe concludersi". Patrica è in piena Valle del Sacco ed oltre ad avere i problemi tipici dei comuni dell'area, attorno al fiume tra i piu' inquinati d'Italia, da alcuni anni si trova a dover fronteggiare il problema dei cattivi odori nella zona della Morolense in particolare la parte vicina a Fosso Vadisi, zona Palmesi, in pratica la parte bassa. Un problema che malgrado manifestazioni, esposti, denunce, controlli, non è stato ancora risolto. Da qui la sottoscrizione dell'accordo tra il comune ed i medici che punta a stabilire eventuali correlazioni tra l'inquinamento di alcune zone e le malattie che si sono registrate tra i residenti di quelle aree. Sono già diverse decine i cittadini che hanno accolto positivamente il progetto e si sottoporranno ai controlli. Patrica e l'area della Morolense sono anche anche scelte da tre società per realizzare impianti di trattamento rifiuti. I progetti tra i quali spiccano la produzione di biometano ed il trattamento di speciali fanghi, sono sottoposti alle autorizzazioni ambientali degli Enri preposti. Ma non finisce qui: la Provincia di Frosinone ha infatti convocato per il 15 aprile 2020 una Conferenza dei Servizi per l'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) per un impianto per lo smaltimento o il riciclaggio di carcasse o residui di animali con una capacità di trattamento di 10 Mg al giorno (100 quintali). Un progetto presentato dalla Ipl Group sempre per la via Morolense, località Tosca. Progetti di impianti rifiuti ai quali i cittadini riuniti nel Comitato La Rinascita che lotta anche per i cattivi odori e l'amministrazione comunale patricana hanno bocciato. Restando in tema di ambiente ed inquinamento della Valle del Sacco, i carabinieri forestali di Anagni hanno individuato gli autori della mega discarica abusiva a cielo aperto di pneumatici usati gettati nel torrente Alabro a Ferentino. Si tratta di una coppia di Alatri che è stata multata di 1600 euro ai quali si aggiungono le spese di rimozione e bonifica già effettuate dal Comune di Ferentino e dal Consorzio di Bonifica e che gli verranno addebitate. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma