Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Pubblica video su Tik-Tok mentre è ai domiciliari: trasferito in carcere

Pubblica video su Tik-Tok mentre è ai domiciliari: trasferito in carcere
di Vincenzo Caramadre
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 15:36


Era agli arresti domiciliari per reati legati allo spaccio droga e aveva il preciso obbligo di non colloquiare con nessuno.
Neanche attraverso la rete, ma non avrebbe saputo tenere a freno la sua voglia di pubblicare video sul popolare social Tik-Tok. Ma gli è costato caro. Per lui, infatti, ora si sono aperte le porte del carcere. E' la storia che arriva da Ferentino, dove i carabinieri hanno arrestato un 23 enne in esecuzione di un provvedimento di aggravamento della misura cautelare personale, emessa dal Gip del Tribunale di Frosinone. Il ragazzo è passato dai domiciliari al carcere. L'emissione dell'ordinanza di aggravamento, è scaturita dall'attività di indagine eseguita dai carabinieri della stazione di Ferentino, i cui riscontri, pienamente condivisi dal giudice, hanno permesso di appurare la violazione.
«L'uomo - è stato spiegato dagli investigatori -, già sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico e con divieto di avere contatti con soggetti estranei, pubblicando centinaia di video ed interagendo con migliaia di utenti, ha violato la prescrizione impostagli».
Inoltre, nel corso della perquisizione eseguita presso la sua abitazione, i militari hanno trovato 2 spinelli artigianali contenenti hashish e, quindi, nei suoi confronti, è partita anche la segnalazione amministrativa al Prefetto quale assuntore di sostanza stupefacenti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA