Opere pubbliche a Frosinone, programma da 29 milioni euro: oltre la metà rientra nel piano per lo Scalo

Mercoledì 3 Giugno 2020 di Pierfederico Pernarella

Più della metà delle risorse, arrivano dal piano di recupero delle periferie. Per il resto rimangono spiccioli o poco più. Ammontano a un totale di 29 milioni di euro le opere pubbliche programmate dall'amministrazione comunale di Frosinone nel triennio 2020-2022.

Il piano è stato approvato dalla giunta Ottaviani nei giorni scorsi in vista dell'imminente discussione in Consiglio comunale del bilancio. Il programma non è la lista dei sogni impossibili come accadeva in passato. Sono opere che devono avere obbligatoriamente copertura finanziaria così come impone la nuova normativa ministeriale rispetto a prima quando nei piani previsionali venivano inserite tante opere che poi restavano irrealizzabili per mancanza sia dei progetti che dei relativi finanziamenti.

Il capitolo più sostanzioso è quello che rientra nel Programma di recupero delle periferie in cui sono previste opere per circa 18 milioni di euro, risorse quasi tutte inserite nel primo anno del triennio. Ecco gli interventi:

  • Miglioramento sicurezza stradale e piste ciclabili (circa 2 milioni di euro)
  • Riqualificazionee messa in sicurezza area Stazione ferroviaria (4,8 milioni di euro)
  • Delocalizzaizone uffici MISE in nuova sede in via Mascagni (233 mila euro)
  • Completamento edificio polivalente per servizi alla persona (2,3 milioni)
  • Completamento verde pubblico Corso Lazio (1,5 milioni di euro)
  • Realizzazione nuova scuola elementare Corso Lazio (4,5 milioni di euro)
  • Realizzazione nuova scuola materna in Corso Lazio (1,6 milioni di euro)
Nell'immediato quali altre opere pubbliche sono previste? Tornano le piste ciclabili con 700mila euro per l'area di via Puccini e 170mila per Corso Francia. Ci sono poi le scuole: circa 900mila euro per l'efficientamento energetico della scuola "Aldo Moro" , 600 mila euro per la nuova palestra della "Maiuri", 197mila euro per interventi di adeguamento dell'asilo Pollicino. Poi c'è l'ampliamento del museo archeologico (324mila euro), l'isola ecologica di via delle Dogane (300mila euro).
 
Gli interventi di messa in sicurezza contro il dissesto idrogeologico sono stati programmati per il prossimo anno:
  • I Piloni (990mila euro)
  • Largo Turriziani (915 mila euro)
  • Via Coroni (472 mila euro)
  • Via Gabriele Grande (429mila euro)
  • Frana località Forcella (946mila euro)
  • Via Variante Casilina (959mila euro)
  • Ponte di via Fornaci ( 280mila euro) 

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 12:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani