Primo maggio blindato, la Questura di Frosinone: «Località delle scampagnate osservate sopeciali». Ecco quali

Venerdì 30 Aprile 2021 di Vincenzo Caramadre
Primo maggio blindato, la Questura di Frosinone: «Località delle scampagnate osservate sopeciali». Ecco quali

Il prossimo week end sarà il primo in zona gialla dopo circa due mesi di arancione e rosso e coinciderà con il Primo maggio, festa tradizionalmente dedicata alle scampagnate. Ma tocca fare attenzione alla voglia, per quanto legittima, del tana libera tutti. La situazione epidemiologica ancora non lo permette.
In provincia di Frosinone ci sono attualmente circa 1300 positivi con una media di circa 80 contagi al giorno. La situazione è al di sotto dei livelli di allerta, ma come ha insegnato il recente passato (l'assalto alle località sciistiche, la movida) basta poco per riaccendere la miccia del virus. Le varianti sono in agguato.

Per questa ragione le forze dell'ordine non consentiranno strappi alle regole, soprattutto sulle gite fuori porta, e si appellano al buon senso. Ma non solo.

In vista del fine settimana, in seguito alla riunione del Comitato Provinciale per l'Ordine e la Sicurezza Pubblica tenuta dal Prefetto Ignazio Portelli ed al successivo tavolo tecnico, il Questore di Frosinone, Leonardo Biagioli, ha predisposto servizi di controllo straordinari.

Tutte le forze di polizia saranno mobiliate, anche con personale in borghese. Osservate speciali, fa sapere la Questura, «saranno località come Picinisco, Campo Staffi e Campocatino, Altipiani di Arcinazzo, Santa Serena, loc. La Selva di Paliano, Prato di Campoli, Prati di Mezzo, Settefrati-Canneto, laghi di Canterno, Posta Fibreno, Isoletta e Cardito». Insomma tutte quelle località meta di scampagnate con parenti ed amici.

«Attenzionati, al fine di evitare assembramenti - aggiunge la Questura - saranno anche parchi e zone di aggregazione sociale nelle città e nei paesi della provincia; accurati saranno i controlli amministrativi presso gli esercizi pubblici e le strutture ricettive. Impegnati nei controlli anche i poliziotti delle specialità; la polizia Stradale cui sarà demandato il controllo lungo tutte le maggiori arterie viarie della provincia, e la Polizia Ferroviaria negli scali più importanti».

Intanto la curva dei contagi è stabile, ma viene monitorata la situazione di Cassino dove nel giro di tre giorni si sono registrati 38 nuovi casi: 10 martedì, 13 mercoledì, 15 ieri. Si tratta, secondo le prime informazioni, di cluster familiari.
«Gli attuali positivi - ha spiegato il sindaco Enzo Salera - sono 142, purtroppo negli ultimi giorni ci sono stati casi riconducibili a contagi nelle famiglie. La situazione, tuttavia, è sotto controllo. Resta fermo l'invito a tutti i cittadini a rispettare le disposizioni per il contenimento della pandemia».

In diverse scuole di Cassino ci sono classi in isolamento fiduciario.

Ieri in Ciociaria su 2140 tamponi, eseguiti nella giornata di mercoledì, sono stati individuati 84 nuovi casi di positivi, mentre i negativizzati sono stati 97. Il rapporto tra positivi e tamponi molecolari eseguiti è del 3,9%. A livello regionale il rapporto è pari al 6%: su un totale di oltre 36 mila test si sono registrati 1.078 casi positivi, 32 decessi e 1.579 guariti.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA