Precipitato in un dirupo di otto metri, resta grave il sindaco di Vico nel Lazio Claudio Guerriero

Precipitato in un dirupo di otto metri, resta grave il sindaco di Vico nel Lazio Claudio Guerriero
di Andrea Tagliaferri
3 Minuti di Lettura
Giovedì 26 Maggio 2022, 08:32 - Ultimo aggiornamento: 08:39

Ore di apprensione per il sindaco di Vico nel Lazio, Claudio Guerriero, vittima di una rovinosa caduta da una piccola cascata sul fiume Cosa, al confine con l'altro comune montano di Collepardo. Guerriero si trova ricoverato in condizioni severe presso il Policlinico Gemelli di Roma da ieri pomeriggio, quando un elicottero del Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico del Lazio (CNSAS) lo ha elitrasportato d'urgenza dal luogo della caduta sui monti ernici.

Secondo le ricostruzioni fatte dalla macchina dei soccorsi, composta oltre che dal Soccorso alpino anche dai Carabinieri Forestali e del Comando di Vico nel Lazio, dai Vigili del Fuoco, dalla Polizia Locale e dal 118, sembra che Guerriero stesse effettuando un sopralluogo assieme ad un tecnico comunale per un progetto relativo al riconoscimento della Cascatella di Capo Rio e della vicina grotta come monumenti naturali.
 

Mentre i due effettuavano l'ispezione, pare che il sindaco di Vico abbia messo male un piede e sia scivolato giù dalla cascata, precipitando nel vuoto per oltre otto metri.
L'impatto sulle rocce sottostanti è stato inevitabilmente molto violento, anche se si pensa sia stato attutito parzialmente da alcuni arbusti; il professionista che lo accompagnava, comunque, si è reso immediatamente conto della gravità della situazione, allertando in pochissimi minuti i soccorsi. Non è stato facile per chi doveva portare soccorso al ferito raggiungere il posto della tragedia, in quanto il posto è molto impervio. Le condizioni di Guerriero, tra l'altro, necessitavano evidentemente di prime cure sul posto per stabilizzarlo nell'ottica del trasferimento in area più consona al soccorso.

È così che i primi soccorritori della stazione del Soccorso Alpino di Collepardo hanno raggiunto le sponde del fiume a piedi, stabilizzando l'uomo che si lamentava vistosamente delle ferite riportate agli arti superiori, inferiori e alla testa. Solo dopo un po' è potuto arrivare l'elicottero della Regione Lazio con a bordo il medico del CNSAS che, mediante manovre molto complesse, ha calato il verricello per poter assicurare il ferito nell'elisuperfice poco distante.

A quel punto i sanitari hanno ritenuto di dover sedare il Primo cittadino di Vico nel Lazio, per evitare un repentino peggioramento durante il trasporto in eliambulanza verso il Policlinico Gemelli nella capitale. Intanto nel piccolo comune ernico di Vico nel Lazio ma anche nel resto del comprensorio, dove Claudio Guerriero è molto conosciuto e stimato, si prega in attesa di notizie ed aggiornamenti sull'evolversi della situazione.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA