Picchia due agenti
e li manda in ospedale
dopo un furto

Martedì 19 Novembre 2019
Qualche giorno fa Gerardo Campioni, un ragazzo di 25 anni residente a Vico nel Lazio, era stato notato dagli agenti della sezione Volanti mentre percorreva a piedi una zona di via Marittima a Frosinone con due buste contenenti capi di abbigliamento con tanto di cartellino. 
Essendo l’ora tarda, il giovane non poteva aver fatto acquisti nei negozi; così i poliziotti gli hanno chiesto la provenienza di quella merce. Ma non ha saputo fornire alcuna spiegazione agli agenti, a cui inizialmente aveva dato delle false generalità. 
Così i poliziotti lo hanno invitato a salire in macchina per accompagnarlo negli uffici della questura. E’ stato a quel punto che Gerardo Campioni prima ha fatto finta di essere accondiscendente ma poi, giunto davanti allo sportello della vettura, con un gesto fulmineo ed inaspettato, ha preso prima a testate un poliziotto e poi ha cominciato a sferrare calci e pugni all’altro agente. I poliziotti hanno dovuto faticare non poco per bloccarlo ed ammanettarlo.
A causa delle lesioni riportate, i due agenti sono stati refertati con una prognosi di sette giorni per entrambi.
Per il giovane, invece, si sono spalancate le porte del carcere per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Successivamente il 25enne ha potuto beneficiare dei domiciliari. Il pubblico ministero, però, alla luce di prove evidenti su quel comportamento così aggressivo e violento ha disposto per il 25enne il giudizio immediato. L’udienza si terrà domani. Il ragazzo sarà difeso dall’avvocato Luca Solli del foro di Frosinone. 
Poi si è scoperto che le due buste erano state rubate all’interno di un’auto in sosta su via Marittima. Ma per questo reato (furto, appunto) ci sarà un altro processo.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma