Paliano. Muore a quasi 91 anni Umberto Schina, l'imprenditore filantropo

Mercoledì 18 Novembre 2020 di ANNALISA MAGGI
Umberto Schina

Paliano perde l’imprenditore Umberto Schina. Una vita tra il lavoro, la Cassa Rurale e Artigiana di Paliano, gli ambienti politici e sportivi della sua città e la famiglia, quella di Umberto Schina, il noto imprenditore a capo dell’omonimo Gruppo, scomparso la notte tra martedì e mercoledì. Umberto, fratello gemello della maestra Maria José, il 3 dicembre avrebbe compiuto 91 anni. Gran parte della sua vita è stata spesa per Paliano, scrivendo una pagina indelebile di storia imprenditoriale, economica, sociale e politica della città. Ha fondato un vero e proprio impero dando vita a diverse imprese edili, e recentemente anche eno-turistiche avendo acquistato un vigneto dell’ex tenuta Ruffo, che ha condotto passo passo fino a poche settimane fa, anche con la salute già compromessa. Ogni mattina saliva a bordo della sua Panda e si recava in ufficio per seguire da vicino il lavoro che aveva abbracciato ancora adolescente. Ha ricoperto l’incarico di presidente della Cassa Rurale oggi Banca di Credito Cooperativo, è stato consigliere comunale di Paliano e tra i fondatori della società sportiva locale; si è distinto per numerose iniziative benefiche tra le quali il suo contributo per la costruzione della Chiesa di San Giuseppe nella frazione Mole a Paliano, per gli anziani, per la sua contrada, Santa Maria, dove si è spento circondato dall’amore della inseparabile moglie Carla e dei figli. “Ci lascia Umberto Schina – ha scritto il sindaco di Paliano Domenico Alfieri sulla sua pagina facebook - Un grande imprenditore della nostra città…un uomo orgogliosamente legato alla sua terra per la quale tante volte ha anche contribuito fattivamente ad aiutarla e sostenerla…Al di là delle appartenenze politiche per me era un riferimento Istituzionale ma soprattutto umano. Ciao Umberto, mi mancherai davvero”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA