Campocatino, piazzale inagibile e polemiche. Il sindaco: «Colpa della bufera di neve»

Per oggi atteso l'esito del bando per la gestione della stazione sciistica

Campocatino, piazzale inagibile e polemiche. Il sindaco: «Colpa della bufera di neve»
di Pierfederico Pernarella
3 Minuti di Lettura
Lunedì 13 Dicembre 2021, 07:40 - Ultimo aggiornamento: 14:12

Gli impianti sciistici di Campocatino, in attesa dell’assegnazione del bando, non sono ancora in funzione, ma ciò non ha scoraggiato i tanti che volevano trascorrere qualche ora sulle cime piene di neve come non capitava da tempo in questo periodo della stagione. Ma chi ieri mattina è giunto nei pressi della stazione ha trovato una brutta sorpresa. Il piazzale era ricoperto da circa un metro di neve, quindi inagibile. E così è rimasto per tutto il resto della giornata. Fatto che inevitabilmente ha scatenato le polemiche, animate soprattutto dal dispiacere nel vedere una certa impreparazione da parte del Comune nell’affrontare un momento così propizio per l’avvio della stagione sciistica anche in Ciociaria, come le non distanti località montane più rinomate.

Il sindaco di Guarcino, Urbano Restante, però, spiega che il problema è stato causato da cause di forza maggiore: «Con i mezzi che il Comune ha a disposizione abbiamo tentato di pulire, ma sabato sera si è abbattuta una bufera con vento forte. In queste condizioni si formano delle vere e proprie barriere di neve che rendono impossibile lo spazzamento. Inoltre gli spazzaneve non hanno potuto lavorare perché nel parcheggio c’erano alcune auto che sono state completamente ricoperte dalla neve, quindi si rischiava di provocare dei danni».

Ritardi e burocrazia, il pasticcio di Campo Staffi: impianti aperti a metà per Natale

Neve già abbondante sulle cime ciociare, ma stazioni sciistiche in ritardo

Terminillo, da oggi parte la stagione dello sci di fondo

Alle condizioni meteo sfavorevoli però bisogna aggiungere anche il fatto che solo da oggi prenderà servizio la ditta a cui il Comune ha affidato la pulizia del piazzale e delle strade interne del paese. E sempre per oggi sono attese novità sulla gestione della stazione sciistica. Fino a venerdì non era pervenuta alcuna offerta al bando indetto dal Comune.

«Ci auguriamo che qualcuno abbia risposto nelle ultime ore disponibili - dichiara il sindaco - Per rendere la proposta più appetibile il Comune parteciperà alle spese di gestione con una quota di 180mila euro. Le certificazione dei collaudi saranno pronte nelle prossime ore. Oggi vedremo, in caso negativo dovremmo muoverci in un’altra direzione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA