Muore tra le lamiere 36enne di Anagni

La scena dell'incidente a Paliano
2 Minuti di Lettura
Domenica 2 Agosto 2020, 02:40

Incidente mortale sulla Casilina, muore un 36enne di Veroli. Ieri, intorno alle 15.30, a perdere la vita è stato Fabrizio Cibba. Aveva 36 anni, era originario di Veroli ma risiedeva ad Anagni dove viveva con la moglie e due bambini piccoli. Stava tornando proprio a casa, al termine del turno di lavoro al supermercato Conad di Zagarolo, quando sulla Casilina lo attendeva l’appuntamento con un tragico destino. Il drammatico incidente è avvenuto al Km 57 della Statale, nel territorio del Comune di Paliano, in località Castellaccio, al confine con Anagni, davanti allo stabilimento della ex Rodhia.
LE CAUSE
Potrebbe essere stato fatale un momento di distrazione o un malore la causa della perdita di controllo della Fiat 500 rossa a bordo della quale l’uomo stava viaggiando verso Anagni. Proprio all’altezza dell’incrocio con la strada che conduce alla frazione di S. Maria Pugliano, frazione di Paliano, la macchina guidata da Fabrizio Cibba è sbandata fino a invadere la corsia opposta. Purtroppo, in quel momento, quel lato della carreggiata era occupato da un pullman che stava percorrendo la Casilina verso Colleferro. Era un bus nuovo della Sabrina Service di Cassino che aveva appena iniziato il suo primo servizio a favore dei pendolari della linea ferroviaria Cassino-Roma (vedi servizio a pag. 35). Era partito qualche minuto prima dalla pizzeria bar Michelangelo, di Anagni. La 500 è andata a infilarsi nella parte anteriore del pullman. 
L’INCENDIO
Dopo il violento impatto, l’utilitaria è schizzata girandosi più volte su se stessa fino a terminare la corsa lungo la cunetta. Lo sfortunato automobilista è sbalzato fuori dall’abitacolo. Sono stati i Vigili del Fuoco, che in quel frangente si trovavano a Paliano per spegnere l’incendio sviluppatosi a ridosso dell’isola ecologica, a liberarlo dalla lamiere nelle quali era rimasto bloccato. Pezzi di lamiera erano disseminati ovunque. Quando sono arrivati i soccorsi il 36enne era già morto; inutile, quindi, l’intervento del personale dell’Ares 118 e l’arrivo dell’eliambulanza. L’elicottero è atterrato sul piazzale della Rodhia ma, dopo pochi, minuti è ripartito. 
Sul posto sono giunte due pattuglie dei Carabinieri di Paliano e Anagni, coordinate dai marescialli Damiano Belloni ed Ermelinda Sorice, agli ordini del comandante della Compagnia dei carabinieri di Anagni Matteo Demartis, che hanno effettuato i rilievi. Hanno atteso l’arrivo del medico legale insieme ai Vigili del Fuoco di Fiuggi, ai volontari dell’associazione Kronos che hanno collaborato a regolamentare il traffico. La Casilina è rimasta chiusa al traffico per qualche ora in entrambe le direzioni. La salma è stata prelevata intorno alle 19 e condotta all’ospedale di Frosinone dove verrà sottoposta agli esami del caso. E’ a disposizione della Procura che potrà disporne l’autopsia. L’autista del pullman, posto sotto sequestro, è stato portato, invece, all’ ospedale di Colleferro per accertamenti. 
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA