Si sente male mentre è al lavoro, muore nella sala d'attesa del Pronto soccorso di Alatri

Renato Di Marco, 53 anni
di Andrea Tagliaferri
2 Minuti di Lettura
Giovedì 29 Aprile 2021, 06:00 - Ultimo aggiornamento: 12:18

Malore in fabbrica, muore al Pronto Soccorso di Alatri. E’ così che Renato Di Marco, 53 anni di Ferentino, ha lasciato prematuramente famiglia, amici e colleghi esterrefatti, proprio quei colleghi che ieri, pare, abbiano chiamato il 118 a seguito di un malore dell’uomo nella fabbrica dove lavorava. L’uomo, ex barista molto conosciuto in città, era stato accompagnato in ambulanza dai sanitari per dei forti dolori ad una spalla e agli arti, riferendo di essere peggiorato da qualche giorno rispetto ad alcuni problemi di salute che aveva da anni.

L’uomo era in attesa nella sala del triage; secondo testimoni e medici del Pronto Soccorso parlava normalmente, ha preso dell’acqua dal distributore di bevande attendendo il proprio turno senza alcun problema. Fino a quando, improvvisamente, qualcuno ha notato che si era irrigidito e si stava accasciando, così sono stati avvisati i sanitari del Pronto Soccorso che lo hanno immediatamente trasportato su una barella e hanno cominciato le manovre di rianimazione cardiopolmonare.

L’uomo, infatti, aveva improvvisamente cambiato colorito e non respirava già più. Inutili i dieci minuti di massaggio cardiaco dei due medici che si sono alternati e ogni cura possibile, il monitor non riferiva segnale elettrico fin dall’inizio e per questo i medici hanno dovuto dichiararne il decesso tra lo sconforto. Ai carabinieri, in seguito, il difficile compito di reperire i familiari per informarli della tragedia, dal momento che l’unico numero di cellulare fornito dal 118 all’accettazione del Pronto Soccorso era proprio quello del defunto. I funerali si terranno oggi pomeriggio alle 15:30 presso la chiesa Santa Maria Maggiore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA