Cassino, schianto sull’Appia, operaio muore vicino casa. Arrestato il conducente dell'altra auto: guidava ubriaco

Sabato 28 Novembre 2020

E' stato arrestato il conducente della Bmw coinvolta nell'incidente che è costato la vita a Ennio Marrocco, un operaio di 37 anni. La tragedia è avvenuta sabato, pochi minuti prima delle 19, in una parallela di via Appia, in zona Collecedro, dove c’è stato uno scontro tra una Bmw e una Panda 4x4. Alla guida della Bmw c’era un commerciante di Cassino, mentre sulla utilitaria Fiat la vittima. 

Nella nottata i risvolti nell'indagine. Il conducente della Bmw, L.F., 37 anni, commerciante di Cassino, sarebbe stato trovato con un tasso alcolemico superiore al consentito. Per questo è scattata l'accusa di omicidio stradale e quindi l'arresto. 

Lo schianto è stato  molto violento. Tremenda la scena che si sono trovati di fronte i primi soccorritori: la Fiat Panda, con il conducente incastrato tra le lamiere, scaraventata a lato della carreggiata e la Bmw sulla strada. Sul posto sono intervenuti gli agenti del commissariato di Cassino e i colleghi della polizia stradale diretti dal vice questore aggiunto Stefano Macarra, ma anche i vigili del fuoco che, hanno dovuto lavorare diversi minuti, prima di estrarre il corpo dell’uomo. Purtroppo per lui non c’era più nulla da fare. Le ferite riportate non gli hanno lasciato scampo. 

Scene strazianti sul luogo della tragedia. La vittima, infatti, abitava nella zona, e quindi amici e familiari sono arrivati sul posto. Ennio Marrocco era padre di due bambini piccoli e lavorava al termovalorizzatore di San Vittore. 
 

Ultimo aggiornamento: 29 Novembre, 09:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA