Frosinone, lite con il coltello: un quattordicenne in ospedale, un altro minore denunciato

Il Comune, dopo i fatti di sabato sera, avvia i controlli per la movida con la polizia locale

Frosinone, lite con il coltello: un quattordicenne in ospedale, un altro minore denunciato
di Marina Mingarelli
3 Minuti di Lettura
Lunedì 22 Novembre 2021, 08:48 - Ultimo aggiornamento: 14:15

Accoltellato nel centro storico di Frosinone, una denuncia. I fatti sono avvenuti sabato sera in corso della Repubblica. Due ragazzi, entrambi quattordicenni e originari dell'Albania, secondo quanto ricostruito dalla Squadra Mobile, avrebbero iniziato a discutere per futili motivi. Al culmine della discussione, uno dei due contendenti ha estratto un coltello a serramanico ferendo all'addome l'altro giovane. Quest'ultimo è stato trasportato con un'ambulanza all'ospedale Spaziani. I sanitari, dopo avergli praticato i punti di sutura, hanno deciso di trattenerlo in ospedale.

Tornando all'aggressore, gli uomini agli ordini del dirigente Flavio Genovesi hanno denunciato il minorenne per lesioni dolose gravi. Il 14enne proviene da una famiglia ben integrata nel tessuto sociale della città. I genitori del ragazzino ferito non appena hanno avuto notizia dell'accaduto si sono precipitati in ospedale, ma purtroppo a causa del Covid non possono stare vicino al figlio. I medici li tengono comunque costantemente informati sulle sue condizioni fisiche. I titolari del bar Le Terrazze, che si trova in corso della Repubblica, precisano che il locale non è minimamente coinvolto nei fatti di sabato sera.

Controlli per la movida con la polizia locale

E dopo i fatti di sabato sera l'amministrazione comunale ha deciso di accelerare nell'avvio di un progetto con la polizia locale utilizzando alcuni finanziamenti messi a disposizione dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri per interventi riguardanti la sicurezza urbana, con particolare attenzione al bullismo, oltre che della diffusione e dell'utilizzo delle sostanze stupefacenti tra i giovani con particolare riferimento alle piazze e alle aree pubbliche, nel corso dei fine settimana.

«I controlli - spiega il sindaco Nicola Ottaviani - sono utili non solo per la prevenzione, ma anche per garantire la giusta serenità a quelle migliaia di ragazzi che si svagano o si divertono correttamente, senza eccessi e senza violare le norme. Potendo contare anche sul sostegno degli operatori della Polizia municipale, oltre che delle altre forze dell'ordine, è importante tenere alta l'attenzione verso qualsiasi forma di sopruso o violenza, segnalando, se occorre, il possesso di armi, più o meno improprie, da parte di coetanei che meritano le più severe sanzioni, penali e morali».
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA