Scuole, dopo lo sfratto nuovo trasloco per sessanta alunni della De Luca: proteste nel capoluogo

Scuole, dopo lo sfratto nuovo trasloco per sessanta alunni della De Luca: proteste nel capoluogo
4 Minuti di Lettura
Mercoledì 12 Gennaio 2022, 08:05 - Ultimo aggiornamento: 13 Gennaio, 00:54

Tre trasferimenti in cinque mesi. E’ questo l’amaro destino di 60 famiglie di Frosinone che in estate avevano iscritto i propri figli alla scuola De Luca di via America Latina. A settembre, causa pandemia e necessità di trovare spazi larghi per evitare assembramenti, questi bambini sono stati ospitati nella sede della Camera di Commercio di via De Gasperis. Sembrava la soluzione definitiva ma poi è arrivato lo sfratto della Camera di Commercio. Ora dovranno essere nuovamente spostati in una sede provvisoria in attesa di un’altra, forse definitiva. Un calvario ritenuto eccessivo anche e soprattutto per bambini che hanno un’età dai 3 ai 6 anni e che necessito dei tempi giusti di ambientamento. Così è scoppiata la protesta tra le famiglie della scuola materna De Luca dopo lo sfratto da parte della Camera di Commercio dei locali della sede di via De Gasperi.


IL CAMBIO DI SEDE
A partire dal 17 gennaio i bambini e le rispettive famiglie dovranno fare i bagagli e lasciare questo edificio. In attesa di una nuova collocazione questi bambini saranno provvisoriamente ospitati nella scuola Biancaneve di Madonna della Neve. La notizia è arrivata solo da pochi giorni ma questa soluzione ha scatenato le rimostranze di moltissime famiglie. In totale sono sessanta gli studenti coinvolti ma i genitori, la stragrande maggioranza residente in centro, non vogliono i loro figli così lontano: «Dopo averci tolto la De Luca di viale America Latina per questioni di spazi durante la pandemia – riferisce un gruppo di genitori – ora i nostri figli saranno costretti ad emigrare ancora. La scelta è davvero pessima in quanto la maggior parte vive in centro e la collocazione a Madonna della Neve ci costringerà a trasferimenti con tanti disagi anche in termini di mobilità».

In un incontro con il dirigente Roberto Pellegrini il malcontento dei genitori si è prontamente manifestato. «A settembre – spiega un genitore - al momento dell’iscrizione la scadenza contrattuale dei locali della Camera di Commercio era chiara. In questi mesi sino a dicembre non è stato fatto nulla ma l’amministrazione ha comunicato la decisione solo durante le feste di Natale. Ciò costringerà 60 famiglie a lunghi spostamenti in piena ora di punta sconvolgendo organizzazioni familiari già messe a dura prova». Una mamma ha poi aggiunto: «Un nuovo trasloco tra l’altro sarebbe destabilizzante per dei bambini in età prescolare che avevano appena cominciato ad adattarsi alla nuova scuola».

Ma non sarebbe l’ultimo. Il Comune ha infatti trovato una soluzione, forse tardiva, per una ricollocazione di questi bambini: cederà un piano dell’edificio comunale di piazza VI Dicembre (adiacente al palazzo camerale) ma impossibile che per lunedì prossimo i locali siano pronti. L’amministrazione ha affidato i lavori solo da pochi giorni.

Ma quando saranno pronti i nuovi locali per gli studenti della De Luca? «Secondo il cronoprogramma stabilito – dichiara l’assessore alle Manutenzioni, Angelo Retrosi – i lavori dovrebbero terminare intorno al 20 gennaio». Se anche la settimana prossima dovesse essere confermata la dad nelle scuole di Frosinone forse si potrebbe evitare questo ulteriore trasferimento.


FURTI
Intanto due furti sono avvenuti in altrettante scuole del capoluogo. Prese di mira dai ladri la media Pietrobono e l’asilo nido Fantasia in via Piave: portati via computer e altro materiale elettronico.

Gia. Ru.

© RIPRODUZIONE RISERVATA