Rari Nantes Frosinone, vittoria e festa per l’A2

Rari Nantes Frosinone, vittoria e festa per l’A2
3 Minuti di Lettura
Giovedì 15 Luglio 2021, 09:35 - Ultimo aggiornamento: 15:11

La Rari Nantes Frosinone conquista la serie A2 di pallanuoto. La certezza è arrivata ieri, in gara-2 della finale playoff vinta nella storica vasca della Scandone Napoli contro la formazione dell’Ischia Marine. Pratica finale archiviata con un secco 2-0, ma con una vittoria in gara due sudatissima, maturata all’ultimo secondo dopo un lungo testa a testa scaturito nel risultato finale di 8-9 per i gialloblù. Una partita equilibrata che ha visto i ciociari andare per primi in vantaggio subito impattati dai padroni di casa che immediatamente dopo si portavano al comando. Da li in avanti però è stato un testa a testa continuo. L’Automotive Rari Nantes si portava al riposo lungo di metà gara in vantaggio di una sola lunghezza (4-5). Anche nella seconda metà gara è stato il Frosinone a cercare l’allungo, portandosi sempre al comando di una sola lunghezza, ma sempre affiancata dai padroni di casa.

Le due squadre si affacciavano all’ultimo quarto con i gialloblù di coach Francesco Perillo al comando (7-8) ed in apertura di quarto parziale per la prima volta riuscivano a mettere più di una rete di scarto tra loro e gli ischitani (7-9). A quel punto rimaneva da gestire questo vantaggio ed il finale è stato al cardiopalma. I padroni di casa accorciavano (8-9) e nel finale hanno messo alle strette i laziali che hanno difeso allo strenuo l’esiguo vantaggio portando faticosamente a termine l’impresa. Inutile dire dell’esplosione di gioia al suono della sirena lunga. Una gioia incontenibile che ha coinvolto non solo i giocatori ma tutto lo staff che ha poi “battezzato” la vasca della Scandone Napoli con il rituale tuffo liberatorio in piscina.

In casa Rari Nantes si festeggia e ne hanno ragione, poi si penserà al futuro sul dove e come giocherà questa squadra: “E’ la fine di un ciclo durato cinque anni, di un duro lavoro nel quale dopo aver portato il titolo della Serie A2 a Frosinone e dopo aver subito una retrocessione per un rigore sbagliato, abbiamo chiuso il cerchio riportando questa squadra da dove aveva iniziato” sono le prime parole del presidente Vincenzo Russo raggiunto a caldo poco dopo la sirena finale. “E’ il risultato di un grande impegno di tutti coloro che mi sono stati al fianco, da Spinelli a Ceccarelli a tutti gli altri. E’ il risultato di una giusta programmazione, dell’allestimento di una squadra lunga per questa categoria, proprio per evitare il più possibile sorprese ed incognite. La dimostrazione della bontà di questo lavoro c’è stata proprio nei playoff quando il nostro portiere titolare si è infortunato ed il subentrato Brandoni, che è stato in panchina per tutta la stagione, si è fatto trovare pronto risultando decisivo in questa fase finale”. A chi dedica la vittoria? “Sicuramente alla mia famiglia, a mia moglie che con me condivide questa passione per la pallanuoto, che è sempre presente ed è la mia prima consigliera”. Ed ora? Che sarà della Rari Nantes Frosinone che ricordiamo ha giocato le sue ultime partite casalinghe nella vasca all’aperto di Latina? “Ora ci godiamo questo momento e qualche giorno di riposo – risponde il presidente Russo, di origini partenopee, ma pontino d'adozione -. Oggi è la Rari Nantes Frosinone che ha conquistato la A2, poi da lunedì cominceremo già a pensare al futuro e vedremo chi avrò vicino a Frosinone, perché per affrontare la serie A2 la società ha bisogno di crescere”.

Al. Bi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA