Frosinone, ladro incappucciato in fuga: rischia di investirlo. Poi ne spunta un altro. Ritrovati alcuni portagioie

Frosinone, ladro incappucciato in fuga: rischia di investirlo. Poi ne spunta un altro. Ritrovati alcuni portagioie
di Roberta Pugliesi
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Novembre 2022, 09:23 - Ultimo aggiornamento: 11:36


Un ladro incappucciato gli taglia la strada mentre è in auto con il figlio e quando va dalla collega che abita nelle vicinanze ne spunta un altro che scappa sempre con il volto coperto. È accaduto ieri pomeriggio in via Romana Castelliri, al confine con Isola Liri in una zona nota come le quattro strade. Una infermiera era in auto con il proprio figlio quando, ad un certo punto, le ha tagliato la strada un uomo che correva velocemente in direzione del bosco che costeggia la via, in una zona periferica ma comunque trafficata e dove sorgono numerose villette isolate.
«Non ero sicura che fosse un uomo o meglio mi sono talmente spaventata che ho perso la lucidità ed ho chiesto a mio figlio che stava accanto a me se lo avesse visto anche lui - racconta la donna - Quando mi ha dato conferma che si trattava di un uomo incappucciato che fuggiva ho pensato che ci fosse qualcosa di strano e mi sono fermata poiché in quel punto abita una mia amica». La donna è andata a casa della collega e mentre stavano ha visto un secondo uomo che usciva dal buio, attraversando la strada velocemente per poi dileguarsi nello stesso punto in cui pochi istanti prima era passato il primo. Entrambe si sono spaventate, hanno iniziato ad urlare ma prontamente hanno chiamato i carabinieri.

CITTADINI PREOCCUPATI
Pochi minuti dopo, sul posto sono arrivate alcune pattuglie che hanno iniziato ad effettuare dei sopralluoghi in tutta la zona. È stato a quel punto che si sono accorti della presenza, a terra, di alcune scatolette vuote di quelle utilizzate per custodire orologi e preziosi. Probabilmente, quindi, i due erano dei ladri che fuggivano dopo aver ripulito qualche abitazione. Contemporaneamente si è attivato il gruppo di residenti che da alcuni giorni ha dato il via delle vere proprie ronde, creando un gruppo WhatsApp dedicato, su cui si passano le informazioni e si organizzano in turni per presidiare le abitazioni: «Siamo esasperati, terrorizzati. Sono giorni che le nostre abitazioni sono prese di mira dai ladri. In alcuni casi sono riusciti ad entrare in altri hanno solo provato ma sono stati messi in fuga», hanno detto alcuni residenti.
Le forze dell'ordine hanno intensificato il controlli ma di fronte ad un territorio così vasto non è semplice garantire la presenza delle pattuglie dappertutto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA