Strafrosinone, arrivo al fotofinish al Matusa: due vincitori, è la prima volta in 37 anni

Strafrosinone, arrivo al fotofinish al Matusa: due vincitori, è la prima volta in 37 anni
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Ottobre 2021, 08:25 - Ultimo aggiornamento: 23:24

Storico arrivo al fotofinish e vittoria assegnata a due concorrenti, Antonello Di Cicco dell’Amatori Fiat Cassino e Italo Giancaterina, vincitore della passata edizione della Maratona di Pescara, ieri alla Strafrosinone. È la prima volta in 37 edizioni che la vittoria viene assegnata a due concorrenti con lo stesso tempo: 36’31”. Hanno preceduto di 5” Stefano Oddi, secondo, mentre terzo si è classificato Davide Teloni. Solo quinto Bruno Gravina, tra i favoriti alla vigilia, che ha condotto la gara nel tratto in salita fino a corso della Repubblica.
In campo femminile ha dominato Carla Cocco che con il tempo di 41’15” ha preceduto di quasi due minuti Eleonora Bazzoni. Terza Liliana Mirabella. Carla Cocco si è aggiudicata anche il traguardo volante situato lungo l’Alberata.


IN TRECENTO AL VIA
Una grande edizione quella della 37esima Strafrosinone che ha visto alla partenza 300 concorrenti di cui 275 hanno tagliato il traguardo.
Il percorso quest’anno è stato accorciato di due km passando dai tradizionali 12,5 km ai 10,5 km. Eliminato per ragioni di sicurezza e di traffico il tratto di via Tiburtina.
Malgrado ciò la corsa è stata molto avvincente. Tra gli uomini dopo la fuga di Bruno Gravina in salita c’è stato il ritorno di Di Cicco e Giancaterina che sono arrivati sul traguardo del parco Matusa, dove è stata prevista anche la partenza, praticamente insieme. Il tempo stabilito ieri, che è pari ad una media di 3’29” a km, varrà come riferimento per le prossime edizioni se il tracciato resterà uguale.
Soddisfatto l’ideatore ed anima da sempre della manifestazione, Roberto Ceccarelli dell’Atletica Frosinone. «E’ stata una 37esima edizione della Strafrosinone davvero emozionante. Ringrazio gli sponsor, le forze dell’ordine ed i concorrenti che hanno dato battaglia lungo un percorso accorciato per nostra scelta - ha spiegato Roberto Ceccarelli -. Stiamo già lavorando alla 38esima edizione, sperando che il limite di concorrenti non ci sia più».

Em. Pa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA