Carabinieri, svelato a Frosinone il calendario storico nel bicentenario del primo regolamento dell'Arma

Carabinieri, svelato a Frosinone il calendario storico nel bicentenario del primo regolamento dell'Arma
di Stefano De Angelis
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 17 Novembre 2021, 00:24 - Ultimo aggiornamento: 01:27

La ricorrenza è solenne, il messaggio è ispirato ai valori che da sempre animano chi decide di essere un carabiniere: rispetto dell’etica, vicinanza ai cittadini, solidarietà e impegno quotidiano. Due secoli di vita del regolamento dell’Arma fanno da sfondo al calendario storico 2022, presentato ieri a Frosinone dal comandante provinciale, colonnello Alfonso Pannone, e dal tenente colonnello Andrea Gavazzi. Per l’occasione le opere raffigurate in quello che è divenuto un prodotto editoriale da collezione sono state realizzate dal maestro toscano Sandro Chia, pittore e scultore, mentre i testi sono firmati dallo scrittore e giallista Carlo Lucarelli. Sedici pagine a colori che rievocano il passato, il presente e che proiettano al futuro, come d’altronde è stato il lungo viaggio compiuto dall’Arma, nata ancor prima dell’unità d’Italia, attraverso la storia del Paese. La pubblicazione del calendario, giunta alla 89a edizione, è iniziata nel 1928 ed è ripresa nel 1950 dopo l’interruzione postbellica dal 1945 al 1949. Oggi la tiratura è di quasi 1.200.000 copie, di cui oltre 16.000 in nove altre lingue.


«Il calendario prosegue il cammino intrapreso due anni fa continuando ad arricchire la narrativa contemporanea con pregiate tavole di maestri della “transavanguardia” - si legge in una nota dell’Arma -. Carlo Lucarelli accompagna i lettori, mese dopo mese, con narrazioni ispirate dall’evoluzione dello storico regolamento, che risale al 1822. Si sofferma di volta in volta su episodi ambientati lungo il corso degli ultimi 200 anni. Racconti che si fondono con le straordinarie opere del maestro Sandro Chia». La prefazione è a cura del comandante generale dell’Arma dei carabinieri, generale di Corpo d’Armata Teo Luzi.
Non solo il calendario, però. Sono stati svelati anche l’agenda, il calendario da tavolo e il planning, dedicato allo Squadrone eliportato cacciatori. «Il calendario prende spunto dal regolamento dell’Arma e si sofferma in particolare sull’etica del carabiniere. Questi prodotti editoriali testimoniano la costante attenzione dell’Arma ai principi di prossimità e vicinanza alle popolazioni», ha spiegato il colonnello Pannone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA