Frosinone, sì al piano urbano della mobilità: l’elettrico per le merci e più Ztl

Frosinone, sì al piano urbano della mobilità: l’elettrico per le merci e più Ztl
2 Minuti di Lettura
Venerdì 10 Settembre 2021, 08:16 - Ultimo aggiornamento: 11 Settembre, 00:41

Una flotta elettrica per il trasporto di merci in area urbana, zone a traffico limitato sempre più estese, estensione delle zone a 30 km/h, interdizione in città alla circolazione dei mezzi più inquinanti, incentivi per le auto elettriche, maggiore diffusione delle bici. Sono questi alcuni dei punti più salienti del nuovo piano urbano della mobilità approvato mercoledì sera dalla giunta Ottaviani, a Frosinone. Il Piano - redatto con il coordinamento dell’assessorato alla Polizia locale di Nohemy Graziani, mediante la società specializzata Leganet e il contributo dei settori comunali della mobilità, dell’ufficio tecnico e urbanistico, è un documento strategico che individua la visione della città in termini di mobilità e ne delinea i progetti di sistema come insieme organico di interventi, azioni e misure finalizzate ad assicurare il fabbisogno di mobilità della popolazione. Al tempo stesso punta a ridurre i livelli di inquinamento mettendo al centro la sicurezza nella circolazione.

E’ prevista anche la creazione di una figura, il mobility manager, che rediga per i dipendenti comunali il piano degli spostamenti casa-lavoro e che possa assumere anche azioni di collegamento e coordinamento con le pari figure nominate da aziende e scuole. Previste, inoltre, attività di educazione stradale e ciclistica per famiglie e studenti (Pedibus e Bicibus), oltre all’istituzione della Consulta della mobilità ecocompatibile e ciclistica, che agirà di concerto con rappresentanti istituzionali e tecnici al fine di coordinare tutti i progetti. Per quanto riguarda le zone interdette alla circolazione, almeno all’inizio è prevista nei fine settimana la consueta isola pedonale da piazzale Vittorio Veneto sino a Largo Turriziani e in via Aldo Moro dall’intersezione di via Vecce sino a De Matthaeis. Una volta terminati i lavori di restyling per Largo Turriziani, anche quest’area sarà interdetta sempre alla circolazione delle auto. Dopodiché altre zone della città del centro verranno rese a traffico limitato per residenti e operatori che vi lavorano. Al di là dei piani da attuare resta, però, al palo l’ascensore inclinato oramai chiuso da tempo. Un’opera in grado, questa sì, di migliorare e aiutare la mobilità cittadina tra la parte bassa e quella alta.

Gia. Ru.

© RIPRODUZIONE RISERVATA