Cliente vuole mangiare senza Green pass, ristoratore chiama i carabinieri e lo fa multare

Cliente vuole mangiare senza Green pass, ristoratore chiama i carabinieri e lo fa multare
di Vincenzo Caramadre
3 Minuti di Lettura
Domenica 19 Settembre 2021, 09:18 - Ultimo aggiornamento: 20 Settembre, 16:25

Obbligo del Green pass, ristoratore fa multare un cliente. E’ successo a Pignataro Interamna, nel Cassinate, dove il titolare di un locale a seguito delle insistenze di un cliente nel voler cenare senza esibire la carta verde anticovid ha chiamato i carabinieri e per l’avventore, straniero, è scattata la multa da 400 euro.

Il fatto risale a qualche sera fa, quando in un locale del centro del cassinate si presentano due persone, ad entrambe gli viene chiesto di esibire il green pass. “Qui si mangia solo se si esibisce il green pass, come dice la legge”, deve averli detto il cameriere. Ma la risposta sarebbe stata netta e irrevocabile: “Vogliamo mangiare”. Il tira e molla è durato alcuni minuti, poco dopo il ristoratore ha fatto intervenire i carabinieri.

Smart working, le nuove regole: sul tavolo controlli, sicurezza e diritto alla disconnessione

Nel locale è intervenuta una pattuglia nel nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Pontecorvo. Di conseguenza, considerato l’irreprensibile ed esemplare atteggiamento del ristoratore, il quale avrebbe potuto rischiare e far cenare i due e dunque incassare, la multa è scattata solo per uno dei due clienti, perchè l'altro avrebbe desistito.

Giova ricordare che, chi viene pizzicato senza green pass, dove questo risulti obbligatorio, rischia una multa da 400 a 1.000 euro. La stessa sanzione la rischia chi omette il controllo, per chi falsifica i dati della certificazione anticovid, invece, scatta la denuncia.

Negli ultimi giorni c’è stata l’intensificazione dei controlli per i green pass a tutti i livelli. Quella che c’è stata a Pignataro, infatti, è stata la sesta multa in 48 ore, le altre cinque c’erano state a Frosinone, da parte dei carabinieri del Nas e dei colleghi della compagnia di Frosinone, nei confronti di altrettante persone sorprese su alcuni bus a lunga percorrenza senza il green pass.

Tra controlli, vaccini e certificazionei. Ieri c’è stato un piccolo aumento dei contagi in Ciociaria: su 408 tamponi molecolari eseguiti venerdì sono stati registrati 18 nuovi casi, i negativizzati sono stati 28 e non c’è stato alcun decesso.

Green pass obbligatorio, dalla colf all'idraulico al libero professionista: chi controlla?

La mappa dei contagi suddivisa per comune è stata la seguente: Frosinone cinque casi, Ferentino tre casi; Alatri, Torre Cajetani e Veroli due casi; Amaseno, Anagni, Esperia e Paliano un caso. Scende ancora il numero dei ricoverati nella degenza ordinaria Covid dell’ospedale Spaziani di Frosinone: ieri i posti occupati erano 12.

© RIPRODUZIONE RISERVATA