Fregellae, nuovi saggi archeologici ad Arce

Fregellae, nuovi saggi archeologici ad Arce
2 Minuti di Lettura
Mercoledì 30 Giugno 2021, 00:36 - Ultimo aggiornamento: 00:37

L’Università di Cambridge arriva nel parco archeologico di Fregellae, ad Arce. «Il sito storico della frazione di Isoletta - si legge in una nota - è pronto a ripartire con una nuova fase di ricerche e di studi».
Nei giorni scorsi, grazie all’interessamento del direttore scientifico Marco Germani e del commissario straordinario di Arce, Gerardo Ippolito, è stato possibile, si aggiunge nella nota «ospitare un qualificato team di ricerca, impegnato in un progetto di prospezioni geofisiche finalizzate ad individuare eventuali realtà archeologiche ancora sconosciute. Il piano di ricerca è stato reso possibile con l’accordo dell’Università di Cambridge, di cui è referente il professor Alessandro Launaro, e dell’Università di Ghent con il dottor LievenVerdonck».
«Sono indagini geofisiche - ha spiegato Germani - per la copertura delle aree del parco non ancora oggetto di scavo, eseguite grazie a speciali apparecchiature. Il georadar, giunto direttamente dal Belgio, è stato collegato ad un quad per essere trasportato in tutte le aree del parco non ancora indagate».
A tal riguardo, è stato osservato, nelle prossime settimane saranno disponibili i primi dati ottenuti dalle prospezioni e sulla base dei risultati si valuteranno i successivi interventi. «Oltre alle nuove indagini, nei prossimi mesi sono previste azioni di restauro e consolidamento di alcuni dei tappeti musivi del parco. C’è da dire che le indagini sono state possibili grazie ad una intensa azione di pulizia straordinaria dell’area messa in atto con la collaborazione dell’ufficio tecnico del Comune di Arce» conclude la nota.

© RIPRODUZIONE RISERVATA