James Senese in concerto, sui tetti di Gallinaro

foto
Il GallinaRock risuonerà sui tetti di Gallinaro, con un concertone straordinario di James Senese Napoli Centrale, trasmesso dalla torre più alta che sovrasta il borgo medioevale del paesino e la Val di Comino. Il countdown è agli sgoccioli e questa sera (ore 19)  il GallinaRock, in una formula del tutto insolita ed unica, taglierà il traguardo delle 12 edizioni. Senza mai saltarne una, dall’anno della sua fondazione nel 2009. Da quell’anno il Festival, ideato e diretto da Luigi Vacana, è divenuto tra i contest più importanti d’Italia. Quest’anno grazie proprio all’interattività del Festival, si terrà esclusivamente in streaming, web e in televisione su Extra Tv. Una formula considerata in passato accessoria, che il GallinaRock, tra i primi Festival d’Italia, aveva già garantito con riprese nelle edizioni precedenti e che quest’anno sarà invece la regola. Un palcoscenico impegnato, che aderisce alla modello “Plastic Free” e che porta anche fortuna quello del GallinaRock, se pensiamo che da qui sono passati, insieme ai nomi più blasonati della musica italiana e internazionale, anche band che non avevano ancora conosciuto il successo. Basta citare i KuTso o i Marta sui Tubi, ma anche Lo Stato Sociale, anni ed anni prima di spopolare sul palco dell’Ariston. Un palco già calcato in dodici anni da oltre 220 band per un totale di circa 1.100 musicisti. Quest’anno la giuria del contest, composta da Maurizio Agamennone, Laura Ferrara, Ennio Schiavi, Luigi Tullio, Maurizio Turriziani e Virgilio Volante, ha proclamato i Gemini vincitori dell’edizione 2020. Alla band anagnina, oltre ad un artistico riconoscimento, prodotto in esclusiva dall’Accademia di Belle Arti di Frosinone, andrà proprio la possibilità di esibirsi in apertura al concertone di un’autentica icona della nostra musica: James Senese Napoli Centrale. Un’icona musicale con una carriera unica alle spalle, che ha festeggiato i cinquant’anni di attività sui palchi di tutta Italia. Una storia incredibile quella di James Senese, segnata dall’inconfondibile sonorità jazz-rock del gruppo Napoli Centrale, in cui debuttò, tra gli altri, un giovanissimo Pino Daniele al basso elettrico. Un nuovo grandissimo nome dunque per il GallinaRock che va ad aggiungersi a quello ai 99 posse, Bandabardo, Kutso, Velvet, Marlene Kuntz, Nada, Modena City Ramblers, Linea 77, Tony Esposito, Bud Spencer Blues Explosion, Nobraino, Tony Esposito, Piotta, Frankie Hi Nrg, Giorgio Canali e tanti altri, tutti passati dal GallinaRock che da sempre non è soltanto musica, ma anche arte e creatività. Cornice d’eccezione alle riprese dei live musicali sarà infatti il GallinArtRock, con estemporanee, mostre, performance. Al gran completo gli organizzatori capitanati da Vacana, con lui Filomena Broccoli, Carla Cellucci, Matteo Corsi, Marco Di Folco, Fausta Dumano, Michele Franciosa, Marco Iafrate, Gianluca Nardone, Matteo Oi, Pietro Pallisco, Elisa Santopadre, Cristina, Elisa, Nicola e Perseo Schiavi, Barbara Tamburrini. Non resta che mettersi comodi ed aspettare questa sera (ore 19)  quando al tramonto si leveranno al cielo, dai tetti di Gallinaro, le sonorità del GallinaRock 2020.

ALTRE FOTOGALLERY DELLA CATEGORIA