Isola ecologica mobile,
parte la scommessa

Isola ecologica mobile, parte la scommessa
di Gianpaolo Russo
3 Minuti di Lettura
Domenica 28 Ottobre 2018, 18:07 - Ultimo aggiornamento: 18:08

Sbarcano le isole ecologiche mobili a Frosinone. Ieri, in piazza VI Dicembre, l'amministrazione comunale ha presentato ufficialmente il progetto. Si tratta di container al cui interno ci sono dei cassonetti distinti a seconda del prodotto. Intorno al container sono state realizzate delle finestre automatizzate dove il cittadino potrà conferire quattro tipologie di prodotti: plastica, carta, vetro e organico. Inoltre ci saranno dei mini contenitori per le pile usate, per le medicine, per la raccolta di olii e per alcune tipologie di rifiuti tossici. Si parte dal 5 novembre e nei prossimi giorni verranno ufficializzati anche orari e piazze.
Le isole ecologiche mobili, al momento, sono due: ce ne sarà una che girerà 6 giorni a settimana nelle varie piazze del centro storico (Piazza Vi Dicembre, piazza Gramsci, Largo Turriziani sono state già stabilite) e altre che stazioneranno di volta in volta nelle varie piazze della parte bassa del capoluogo. Gli orari, ancora da ufficializzarsi saranno prevalentemente concentrati nelle ore del tardo pomeriggio-sera (indicativamente dalle 19 alle 23).
COME FUNZIONA
All'isola ecologica mobile potranno accedervi solo i residenti di Frosinone. Basterà munirsi della propria tessera sanitaria avvicinarla al lettore e quando il sistema avrà riconosciuto l'utente si apriranno le varie finestre dove conferire il prodotto. Le isole ecologiche vedranno comune la presenza di un operatore dell'impresa De Vizia che oltre ad indirizzare il cittadino nel corretto conferimento potrà fornire informazioni utili, evitare atti vandalici e segnalare, anche grazie all'ausilio dei sensori, il riempimento dei cassonetti interni così da chiederne la sostituzione. Il cittadino potrà anche eseguire più conferimenti nella stessa giornata. Attraverso questo riconoscimento l'utente sarà riconosciuto dal sistema ed entrerà in un data base che in futuro potrà essere utile per avere sconti sulla bolletta. Al momento questa fase sperimentale servirà solo a comprendere esigenze dell'utenza e verificare la reale partecipazione dei cittadini, nessun premio è previsto per chi differenzia di più.
RACCOLTA ON LINE
Attivata anche la nuova App denominata Junker per la differenziata, scaricabile da qualsiasi store on line che potrà aiutare il cittadino alla corretta differenziazione del rifiuto. Una volta scaricata l'applicazione basterà accostare il proprio telefono in modalità foto, avvicinarlo al codice a barre del prodotto e comparirà sia la tipologia del rifiuto sia il conferimento pubblico più vicino. «Questi sistemi ha dichiarato il sindaco Nicola Ottaviani consentiranno al cittadino di migliorare e di aumentare la percentuale di rifiuti separati in maniera intelligente. In questi mesi di avvio della raccolta differenziata abbiamo constatato che salvo una minima percentuale di famiglie che ancora non si vogliono adeguare, la stragrande maggioranza della popolazione ha metabolizzato bene questo cambiamento delle abitudini. Grazie alle isole ecologiche che saranno implementate anche nei prossimi mesi, anche con quelle fisse, il capoluogo fungerà da stimolo anche per i comuni limitrofi. Per chi continuerà a non a adeguarsi ci saranno controlli sempre più mirati da parte della polizia locale anche con agenti in borghese». Alla presentazione dell'isola ecologica mobile oltre ai funzionari del comune e della De Vizia c'era anche l'assessore al centro storico Rossella Testa mentre si è fatta notare l'assenza dell'assessore all'Ambiente, Massimiliano Tagliaferri.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA