Troppe infezioni tra i pazienti, bloccati i ricoveri nel reparto di ematologia dell'ospedale "Spaziani" di Frosinone

Mercoledì 19 Agosto 2020 di Pierfederico Pernarella
L'ospedale

Troppe infezioni tra i pazienti, bloccati i ricoveri nel reparto di ematologia dell’ospedale “Spaziani” del capoluogo. La decisione è stata presa ieri dal direttore generale facente funzioni della Asl di Frosinone, Patrizia Magrini.  «Abbiamo sospeso le accettazioni per consentire le attività di bonifica e le verifiche - spiega la manager - Si tratta di interventi che normalmente si fanno negli ospedali a tutela dei pazienti». 

Nel reparto da qualche tempo si sono verificati alcuni casi gravi di pazienti colpiti da cosiddetti batteri multiresistenti, ossia microrganismi che sono all’origine di infezioni tipicamente sanitarie. Già nei giorni scorsi, in via cautelativa, quando ci si è accorti che non si trattava di casi isolati, erano stati bloccati i ricoveri. Ieri, appunto, lo stop è stato certificato con il provvedimento del direttore generale.

Attualmente nell’unità che si trova al secondo piano del nosocomio sono presenti sei pazienti, ma per loro, fa sapere il manager Magrini, non sarà necessario lo spostamento in altre strutture. Verranno isolati e quindi si procederà con l’intervento di sanificazione nelle stanze rimaste vuote e negli altri ambienti del reparto diretto dal primario Alessandro Andriani.

Le attività di bonifica sono già in atto. Così come sono partite anche le verifiche per capire quale sia stata l’origine delle infezioni. E se quest’ultima dipenda da cause interne o esterne al reparto.

L’allarme è scattato dopo la segnalazione degli stessi medici agli organi della Asl preposti alla vigilanza su queste particolari situazioni. «I casi sono in verifica - spiega la Magrini - Spesso si tratta di pazienti soggetti a questo tipo di patologie, ma in questi giorni sono in ferie per cui non ho molti particolari. Vedremo cosa emergerà dalle verifiche».

Da accertare, tra le varie ipotesi, così come prevede il protocollo in questi casi, se le infezioni possano essere legate, come causa diretta o indiretta, a eventuali decessi di pazienti ricoverati nel reparto dell’ospedale “Spaziani”. Una vicenda delicata, per quanto non inusuale negli ospedali, che tuttavia va a sovrapporsi alla situazione certo non facile che si sta vivendo nelle strutture ospedaliere a causa del Covid-19.

Ultimo aggiornamento: 20 Agosto, 10:02 © RIPRODUZIONE RISERVATA