Incidenti stradali, aumentano i morti: in un anno 39 vittime sull'asfalto

Giovedì 10 Ottobre 2019
La provincia di Frosinone, nel 2018, ha visto un aumento degli incidenti stradali e, purtroppo, anche dei feriti e dei morti ad essi conseguenti.

E' questo il triste bilancio dell'anno passato, fotografato dai dati Aci Istat che ogni anno restituiscono un'immagine chiara e fedele della situazione italiana e dei singoli territori.
Il dato ciociaro è in controtendenza, sia con il dato nazionale, sia con quello regionale, entrambi in flessione.
Nel Lazio in particolare, dal 2017 al 2018, gli incidenti stradali sono passati da 19.590 a 18.613 con un netto calo dei feriti che scendono di ben 2.500 unità e dei decessi come conseguenza di sinistro stradale che da 356 passano a 338; si tratta di una contrazione di circa cinque punti percentuali per entrambe le categorie.
In provincia di Frosinone, invece, la situazione non è migliorata. Anzi, da un anno all'altro è leggermente peggiorata, con un aumento del cinque per centro dei morti, con altre 39 vite lasciate sulle strade ciociare (nel 2017 erano stati 32). Sul numero degli incidenti altro incremento, questa volta del sei per cento con un conseguente aumento anche del numero di persone ferite (1.556).

Insomma un'inversione di tendenza che preoccupa gli addetti ai lavori, come l'Automobile Club Frosinone, da sempre impegnato nei temi della sicurezza stradale e della salvaguardia della vita degli utenti della strada.
«Inutile nasconderci dietro un dito», commenta il Presidente dell'ente di via Firenze, Maurizio Federico.
«Le azioni di contrasto all'incidentalità e alla trasgressione delle regole devono essere costanti per essere efficaci. Perché ogni nostra distrazione porta all'aumento di vittime della strada. E' per questo che noi ci impegneremo ancora di più nelle scuole e con una nuova iniziativa sulla Guida Sicura che presenteremo a breve e che coinvolgerà l'intera provincia e oltre. Spero che gli enti e anche i privati ci daranno una mano perché solo azioni corali possono ottenere risultati duraturi».

LE TIPOLOGIE DI STRADE
Altro dato interessante per quanto concerne la Regione Lazio e la provincia ciociara in particolare, è quello relativo alle tipologie di strade sulle quali si verificano più incidenti. Contrariamente a quanto si possa pensare, infatti, le più pericolose in assoluto sono le strade urbane e interne ai centri abitati, dove si concentra il maggior numero di incidenti, seguite da quelle extraurbane e, da ultime, le autostrade, a conferma che le condizioni della rete viaria influiscono moltissimo sulla sicurezza di chi le percorre.

Anche se in autostrada il coefficiente di mortalità rimane il più elevato, a causa delle velocità di percorrenza.
In provincia di Frosinone, la zona più pericolosa è quella a sud, tra Cassino, Roccasecca, Settefrati, Colfelice e Ausonia, comuni nei quali si concentrano il 45% degli incidenti mortali.
Le strade più pericolose, come indica uno studio specifico sempre di Aci sulla localizzazione degli incidenti, in Ciociaria sono la Statale Casilina e il tratto Autostradale dell'A1. Per quanto concerne le cause di incidente, sempre in Ciociaria, le prime due nella classifica sono ancora la velocità e la distrazione, che coprono circa il 50% dei casi, di cui la parte preponderante è ormai riferita all'uso di cellulari e smartphone mentre si guida.
  Ultimo aggiornamento: 14:31 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma