Strage di bikers sulla Frosinone-mare, sequestrata un'altra moto in un'officina ciociara

Strage di bikers sulla Frosinone-mare, sequestrata un'altra moto in un'officina ciociara
di Elena Ganelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 26 Settembre 2021, 08:28 - Ultimo aggiornamento: 27 Settembre, 11:03

Proseguono gli accertamenti della Polizia stradale finalizzati a fare completa luce sulla dinamica e le responsabilità dell'incidente stradale che ha coinvolto domenica scorsa un gruppo di motociclisti sulla Frosinone Mare e nel quale hanno perso la vita tre bikers: il 39enne di Priverno Francesco Scacchetti, Daniele Narducci 64enne di Patrica e la compagna di quest'ultimo, la 54enne Luciana Piccirilli di Ferentino.

Scontro e strage di centauri sulla Frosinone-mare, la Procura apre un'inchiesta

Nelle ultime ore gli uomini del comandante Gian Luca Porroni sono riusciti a rintracciare una moto che era presente al momento dell'incidente all'interno del gruppo di bikers ma che si era poi allontanato dalla scena.

L'individuazione è stata possibile grazie al lavoro di raccolta e catalogazione dei pezzi rimasti a terra e al rinvenimento di alcune tracce di olio rinvenute sull'asfalto che non sono risultate appartenere a nessuno dei mezzi presenti poco dopo lo schianto all'arrivo delle forze dell'ordine e dei mezzi di soccorso.

La moto è stata individuata e ritrovata in un'officina del frusinate dove il proprietario, che mancava all'appello dei presenti, l'aveva portata a riparare. Ora il mezzo è stato posto sotto sequestro mentre non si è ancora conclusa la fase di raccolta delle testimonianze dei componenti del gruppo di bikers all'interno del quale viaggiava anche Scacchetti.

La ricostruzione: un sorpasso, poi lo schianto

Dagli elementi raccolti finora sembra essere confermata la dinamica dell'incidente emersa nell'immediatezza: Scacchetti, che viaggiava con il gruppo, all'altezza dello svincolo di Frasso avrebbe effettuato un sorpasso a forte velocità invadendo la corsia di marcia opposta dove proprio in quel momento arrivava la moto con a bordo Narducci e la compagna Piccirilli.

Il frontale è stato inevitabile e per i tre non c'è stato nulla da fare: una delle moto è addirittura esplosa mentre alcune parti dei mezzi sono volati in aria per poi finire addosso ad altri centauri tre dei quali sono rimasti gravemente feriti.

Gli amanti del mare e il maestro di karate, le loro vite spezzate sulla Frosinone-mare

Dopo una prima informativa con segnata dalla Stradale al sostituto procuratore Valerio De Luca, che ha aperto un fascicolo contro ignoti per omicidio colposo plurimo, nei prossimi giorni verrà consegnata un'ulteriore relazione più dettagliata per integrare il materiale già raccolto finora. Ci saranno quindi altri rilievi fotografici, le testimonianze di tutti coloro che erano presenti quel pomeriggio sulla Frosinone Mare e approfondimenti tecnici e cinematici sulla dinamica del frontale.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA