GIUSEPPE CONTE

Il sorriso di Willy su un murales, iniziativa di Vanity Fair

Lunedì 14 Settembre 2020 di Annalisa Maggi
L'omaggio dell'artista Ozmo a 
Willy

Il volto di Willy nel murale realizzato a Paliano dall’artista Ozmo sarà la prossima copertina di Vanity Fair. 
Il giorno dopo i funerali di Willy Monteiro Duarte, ancora scossa per la morte atroce subìta dal 21enne, Paliano si è svegliata con un artista in casa.

Ozmo, considerato uno dei più importanti esponenti della street srt in Italia, ha realizzato un murale in piazza Aldo Moro e caduti di Via Fani che rappresenta il volto sorridente di Willy, il giovane palianese pestato a morte il 6 settembre a Colleferro. L’idea è di Vanity Fair, periodico di costume, cultura, moda e politica famoso per le sue copertine, per lanciare un messaggio di freno al dilagare della cultura dell’odio attraverso l’arte.

«Faremo un numero dedicato a Willy – ha spiegato il direttore Simone Marchetti – come simbolo di lotta a ogni forma di odio, politico e social ad esempio, che ci deve vedere tutti impegnati». Sulla scelta di Ozmo, Marchetti dice: «E’ uno dei più grandi writer contemporanei ed è impegnato a livello sociale e politico. In lui abbiamo visto l’artista giusto per interpretare il volto di questa giovane vittima per andare oltre la cronaca e farlo diventare un’icona di speranza».

L’operazione è stata messa a segno in pochi giorni in collaborazione con l’amministrazione comunale e con il coinvolgimento in particolare di Milena, la sorella di Willy, e degli amici che ieri hanno assistito alle ultime fasi della lavorazione.

In una lettera aperta il sindaco Domenico Alfieri è tornato sulla cappa di dolore che da otto giorni ha avvolto Paliano colpendo la famiglia Monteiro Duarte: «In questo momento il mio pensiero resta rivolto a Willy, ai suoi vent’anni, a sua madre, suo padre e sua sorella. Non vi lasceremo soli. Saremo con voi, sempre».

Il sindaco è tornato sui funerali ringraziando in primis «il presidente Giuseppe Conte per aver confermato con la sua presenza l’impegno dello Stato ad assicurare pene certe e severe nei confronti dei colpevoli».
Poi ancora un messaggio agli amici di Willy ancora disorientati per quanto accaduto al giovane di Paliano: «sappiate conservare nel cuore l’esempio del vostro compagno – li ha esortati Alfieri - fate in modo che possa continuare a vivere attraverso di voi».

Ieri, intanto, si è svolta la prima commemorazione di Willy Monteiro Duarte sul luogo della mortale aggressione. A sfilare dalla stazione ferroviaria di Colleferro fino ai giardini dietro piazza Italia, dove non si arresta la processione di chi va a portate fiori e messaggi per Willy, è stata la comunità capoverdiana di Roma insieme alla sorella del giovane assassinato e al sindaco di Colleferro Pierluigi Sanna. Mercoledì sera, inoltre, Colleferro ospiterà una fiaccolata per chiedere ancora “Giustizia per Willy”.
 

Ultimo aggiornamento: 12:54 © RIPRODUZIONE RISERVATA