Il fidanzato la lascia, lei incolpa
la futura suocera e la picchia
in una scuola elementare

Sabato 12 Gennaio 2019 di Marina Mingarelli
Botte alla futura suocera perché la riteneva colpevole della rottura del suo fidanzamento con il figlio. I fatti risalgono proprio ad alcuni giorni fa quando T.L. una ragazza di trenta anni, ha fatto irruzione in una scuola elementare di una paese nel nord della Ciociaria. Là insegna quella che avrebbe dovuto diventare la suocera e l’ha picchiata di santa ragione. Alla bidella che le aveva aperto il portone dell’istituto scolastico, non aveva dato le sue generalità. Così quando la maestra uscendo fuori dall’edificio se l’è trovata davanti non ha avuto nemmeno il tempo di reagire.

L’AGGRESSIONE
La trentenne, che era stata lasciata dal fidanzato, dopo averla insultata e minacciata verbalmente l’ha aggredita prendendola prima per i capelli e poi a calci. Se il figlio aveva deciso di abbandonarla la colpa era stata soltanto la sua che l’aveva sempre esortato a troncare quella relazione affettiva. A bloccare quella furia scatenata alcune collaboratrici scolastiche allertate dalle urla della donna. La maestra, a causa delle lesioni riportate nel pestaggio ha dovuto ricorrere alle cure ospedaliere. I medici del nosocomio frusinate hanno stilato una prognosi di dieci giorni. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri che hanno fatto scattare nei confronti della ragazza una denuncia per violenza e lesioni.

ANCHE STALKING
Ma la questione è destinata ad avere ulteriori strascichi penali. L’ex fidanzato infatti rappresentato dall’avvocato Claudia Mancini del foro di Frosinone ha denunciato la trentenne anche per stalking. Da quando aveva deciso di interrompere quella relazione l’uomo, un trentacinquenne che ricopre un ruolo dirigenziale in una famosa azienda del frusinate, avrebbe riferito al legale di fiducia di essere stato oggetto di persecuzioni da parte della ex. Più volte, a suo dire, si era ritrovato la giovane davanti ai suoi uffici supplicandolo di ritornare da lei. E quando provava a farla ragionare, cercando di farle capire che se fra loro la storia era finita non era certo colpa della mamma, la donna in preda a vere e proprie crisi isteriche iniziava ad insultare e minacciare lui e tutta la sua famiglia. L’uomo, sperava che con il tempo le cose si sarebbero sistemate da sole, che prima o poi l’ex si sarebbe fatta una ragione di quello che era avvenuto. Ma quando nei giorni scorsi ha saputo che la ragazza si era recata davanti alla scuola dove insegnava la madre e che a causa delle percosse l’aveva fatta finire all’ospedale ha detto basta ed ha presentato una dettagliata denuncia per stalking. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

La doppia vita dei prof? Basta andare sui social

di Raffaella Troili

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma