Giovani in campo, il Frosinone è da record: età media più bassa della serie B

Giovani in campo, il Frosinone è da record: età media più bassa della serie B
di Alessandro Biagi
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 31 Agosto 2022, 08:03 - Ultimo aggiornamento: 08:04

 Dopo tre giornate di campionato la Serie B non ha una padrona. Nessuna squadra è infatti a punteggio pieno e questo rende sicuramente più indolore lo stop del Frosinone a Benevento. La classifica vede in testa l'Ascoli ed il Genoa con 7 punti ed a seguire a quota 6 quattro squadre: Frosinone, Reggina, Cosenza e Brescia.
In coda la matricola Sudtirol è ferma a quota zero e la società bolzanina, reduce da un 4-0 contro la Reggina, con una sola rete all'attivo e ben otto al passivo, è stata la prima a cambiare guida tecnica in questa stagione. Dopo appena 270' di gioco, Leandro Greco, che era subentrato qualche settimana fa a Lamberto Zauli, è stato esonerato ed al suo posto è stato chiamato l'esperto Pierpaolo Bisoli, ex Cosenza.


Se il campionato non vede una dominatrice tra le compagini in lizza, ha invece fatto emergere tra i giocatori su tutti il nome di Cedric Gondo. L'attaccante dell'Ascoli, ex Fiorentina, è stato il protagonista della tripletta che ha portato i bianconeri ad espugnare il Barbera di Palermo (2-3), ed ora è al comando della classifica dei marcatori con quattro realizzazioni dopo appena tre gare. Imbattute in campionato, oltre alle prime due, ci sono ancora il Bari, 1-3 al Curi di Perugia trascinato da Folorunsho e Caprile ed il Parma, entrambe a quota 5 punti.

I NUMERI

Un dato statistico importante nel quale emerge il Frosinone, è quello dell'età media più bassa dei giocatori scesi in campo dopo tre giornate. I canarini visti sul tappeto verde non hanno superato una media di 25,4 anni, mentre la squadra più anziana è il Bari con una età media di 30 anni. Il Frosinone è inoltre, insieme al Genoa, la squadra che ha fatto scendere in campo il minor numero di giocatori (17), mentre in 270' la Ternana ad esempio ha fatto ruotare ben 25 giocatori (24 il Como). Proprio a Como è maturato uno dei risultati più sorprendenti del terzo turno, con il Brescia, che sette giorni prima era finito ko a Frosinone che si è preso la rivincita (0-1 rete di Bertagnoli) nel derby lombardo, contro la squadra prossima ospite dello Stirpe: Como che dovrà rinunciare sabato ad Arrigoni, espulso per due ammonizioni prese nel giro di 3'.

TIRI IN PORTA

Altro dato statistico significativo per il Frosinone è quello del ridotto numero di tiri in porta subiti: 8 in totale. Meglio ha fatto solo il Parma (7 tiri subiti nello specchio), mentre la Cenerentola Sudtirol è quella che ha subito di più con ben 21 tiri arrivati tra i pali difesi dal portiere Giacomo Poluzzi. La squadra che ha prodotto il maggior numero di tiri è stata il Pisa (44), davanti a Parma e Cittadella (43) e Frosinone (42).

GLI ANTICIPI

Lasciando da parte i numeri e venendo alla attività di preparazione che il Frosinone sta effettuando in vista del match casalingo di sabato prossimo (fischio d'inizio alle 14:00), ieri i canarini hanno iniziato la settimana lavorativa con un allenamento pomeridiano alla Città dello Sport di Ferentino, con il solo Mazzitelli, ancor in lieve ritardo di preparazione, che si è allenato a parte. Oggi altra seduta pomeridiana. Intanto la LegaB ha diffuso gli orari degli anticipi delle giornate dalla settima alla nona. I canarini saranno a Parma sabato 1 ottobre alle 14:00, giocheranno in casa contro la Spal il sabato successivo alle 16:15, mentre nel nono turno disputeranno il loro pirmo anticipo stagionale, venerdì 14 alle 20:30 a Venezia. Per quanto riguarda il mercato, continua il pressing della società giallazzurra sul giovane terzino della Roma Riccardo Calafiori, per il quale si attende una risposta del club giallorosso.
Alessandro Biagi
© RIPRODUZIONE RISERVATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA