Furto di batterie, al ripetitore telefonico a Colfelice,
scattano tre arresti

Domenica 8 Settembre 2019 di Vincenzo Caramadre
Furto di batterie a un ripetitore telefonico di Colfelice: tre napoletani di 26, 40 e 22 anni arrestati dai carabinieri. 
I ladri in trasferta sono stati bloccati nel pomeriggio di venerdì a Colfelice dai carabinieri della stazione di Arce e dai colleghi del nucleo radiomobile della compagnia dei carabinieri di Pontecorvo, per tutti l’accusa è di concorso in furto aggravato. 
Nelle tarda mattinata di venerdì a Colfelice c’è stato un furto di quattro batterie utilizzate per alimentare un ripetitore telefonico, per questo sono stati predisposti una serie di posti di controllo. 
In uno di questi è incappato un furgone bianco con tre persone a bordo. 
Il conducente del mezzo ha tentato di evitare il controllo, ma due pattuglie dei carabinieri lo hanno bloccato, poco dopo, lungo la via Casilina sempre a Colfelice. 
I tre napoletani, una volta scoperti, hanno abbandonato il bottino (per un valore di 1.500 euro circa), ma è stato subito recuperato dai carabinieri diretti dal capitani Tamara Nicolai e dal luogotenente Gianni Mastantuoni. Per loro è scattato l’arresto in flagranza di reato. Ieri mattina, dopo la notte trascorsa nelle celle di sicurezza della compagnia di Pontecorvo, assistiti dall'avvocato Diego Troiano, sono comparsi dinanzi al giudice. C’è stata la convalida dell’arresto ed è stata emessa, per tutti, la misura cautelare degli arresti domiciliari.  Ultimo aggiornamento: 10 Settembre, 13:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il percorso ad ostacoli dei turisti della Capitale

di Mauro Evangelisti

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma