Frosinone, tentato omicidio: restano in carcere
i due amici sorani

di Vincenzo Caramadre
Arresti convalidati e ordinanza di custodia cautelare in carcere. Questa la decisione del Gip del Tribunale sul tentato omicidio che si sarebbe consumato sabato scorso a Sora e per il quale sono state arrestate due persone.

A finire in manette, dopo l’intervento della polizia, un uomo di 45 anni e un suo amico straniero, i due, per l’accusa, sulla scorta di vecchi rancori legati a un cortile, avrebbero tentato di ammazzare, prima con un tentato investimento con l'auto e poi stringendogli una corta al collo, il fratello del 45enne sorano. 

“Esistono pressanti esigenze di tutela collettiva, stante l’estrema pericolosità sociale degli indagatim desunta  dalla natura e dalla commissione del fatto, che costiuisce sicuro indice di abitudini criminali”. Così il Gip del Tribunale di Cassino nel motivare l’applicazione dell’ordinanza in carcere.
I due sono difesi dagli avvocati Paolo Pagliari e Marco Bartolomucci.
Mercoled├Č 11 Luglio 2018 - Ultimo aggiornamento: 20:11

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
QUICKMAP