Precipita dal tetto di un capannone della "Leonardo", grave un operaio di Frosinone

Precipita dal tetto di un capannone della "Leonardo", grave un operaio di Frosinone
di Marina Mingarelli
3 Minuti di Lettura
Domenica 5 Dicembre 2021, 09:28 - Ultimo aggiornamento: 13:39

Grave infortunio sul lavoro ieri mattina presso l'azienda aeronautica e aerospaziale Leonardo (ex Augusta) di Frosinone. Un operaio di 60 anni residente nel capoluogo ciociaro è precipitato dal tetto di un capannone facendo un volo di otto metri. L'incidente si è verificato nella tarda mattinata di ieri mentre l'operaio, che lavora per conto di una ditta edile esterna, stava effettuando dei lavori di riparazione ad una tettoia del capannone situato accanto all'aeroporto Moscardini.

Per cause che sono adesso al vaglio degli agenti della sezione Volanti intervenuti sul posto l'uomo ha perso l'equilibrio precipitando al suolo. Prima però di rovinare a terra è caduto su un parapetto. Questo gli avrebbe consentito di attutire un poco il volo. Soccorso in prima battuta dai medici dell'ambulanza del 118, le condizioni del 60enne sono apparse subito molto gravi. Per tale motivo i sanitari del pronto soccorso hanno deciso di allertare una eliambulanza. Nel giro di pochi minuti il velivolo è atterrato nei pressi dell'azienda ed ha trasportato il ferito presso l'ospedale San Camillo di Roma dove è stato ricoverato con un codice rosso. Le sue condizioni sarebbero molto gravi, ma i sanitari del nosocomio capitolino non disperano di potergli salvare la vita.

Sul luogo dell'infortunio, oltre ai poliziotti della questura agli ordini del dirigente Antonio Magno sono intervenuti anche gli ispettori dell'Asl. Questi ultimi stanno adesso effettuando tutti gli accertamenti del caso per verificare se all'interno dell'azienda che si occupa di pezzi di ricambio di velivoli dell'aeronautica siano state messe in atto tutte le misure di sicurezza per prevenire gli incidenti sul lavoro.

L'operaio in quel tragico volo ha riportato lesioni molto serie in varie parti del corpo. I medici prima di pronunciarsi però vogliono attendere qualche giorno. Trascorse le canoniche 48 ore se non ci saranno complicazioni potrebbero anche decidere di sciogliere la prognosi. I compagni di lavoro che conoscono molto bene il sessantenne lo hanno descritto come una persona sempre molto attenta e scrupolosa. Inspiegabile per loro come possa essere accaduta una tragedia di questa portata.

In provincia di Frosinone, secondo l'Osservatorio Sicurezza sul Lavoro Vega Engineering (che elabora dati Inail), nei primi nove mesi dell'anno si sono registrate 8 morti sul lavoro.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA