Frosinone, delitto di Arce: tre indagati chiedono "immediata chiarezza"

Venerdì 17 Luglio 2015
Giallo di Arce, ora è la famiglia dell’ex maresciallo Mottola che chiede, immediata, chiarezza. A quattro anni dall’iscrizione nel registro degli indagati (era il mese di giugno 2011) con le pesantissime accuse di omicidio volontario e occultamento di cadavere, vari test del dna e delle impronte digitali e una richiesta di archiviazione da parte della Procura l’ex maresciallo Franco Mottola, sua moglie e sua figlio Marco hanno chiesto al Gip di Cassino di chiarire la loro posizione. Per questo ieri mattina l’avvocato Francesco Germani si è recato alla cancelleria del Gip del Tribunale di Cassino ed ha depositato un’istanza di risoluzione della vicenda giudiziaria per i suoi assistiti. Ultimo aggiornamento: 17:50

LE VOCI DEL MESSAGGERO

«Mi metti il codice?». Quel sottile piacere di bloccare tutte le app

di Raffaella Troili