Frosinone/Con i Pink Floyd Legend
rivive la favola dello storico
gruppo inglese: due ore intense
di grande coinvolgimento emotivo

foto
Domenica 16 Dicembre 2018, 21:58

Due ore e mezza intense. Di rara energia e grande coinvolgimento emotivo.
Al Teatro Nestor di Frosinone i «Pink Floyd Legend» hanno confermato di essere, oggi, il miglior gruppo che rende omaggio  alla musica della storica band inglese.
Un connubio perfetto tra musicalità, interpretazione e scenografia che ha coinvolto i fans ciociari della band inglese. E il Nestor, ben presto, si è esaltato, accompagnando, nota dopo nota, la band. Una band con una importante componente ciociara, visto che sul palco, tra i musicisti, c’erano due maestri provenienti proprio  dal Conservatorio «Licinio Refice» di Frosinone. 
 Grazie alla realizzazione di show perfetti (frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live della band inglese) i «Legend», solo negli ultimi tre anni, si sono esibiti davanti a più di 50.000 spettatori. 
Dal 2012 a oggi, i «PFL» sono stati l’unica band a riproporre dal vivo la celebre suite Atom Heart Mother con l’ausilio di orchestra e coro, realizzando il “tutto esaurito” in ogni concerto.
Così a poche settimane dall’ennesimo sold out, realizzato  a Napoli il 5 novembre scorso quando 1400 persone hanno gremito lo storico Teatro Augusteo, il tour di “ATOM HEART MOTHER”, il capolavoro dei Pink Floyd uscito nel 1970, ha fatto tappa al teatro Nestor di Frosinone riuscendo a coniugare gli interessi dei giovanissimi, ma anche dei loro genitori cresciuti, negli anni ‘60, con la musica della band inglese.
Protagonisti della serata frusinate, i Pink Floyd Legend, oggi riconosciuti, da pubblico e critica, come il gruppo italiano che rende il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd, e che solo negli ultimi tre anni si è esibito davanti a più di 50000 spettatori.
Partito da Milano con un “tutto esaurito”, il 26 febbraio al Teatro degli Arcimboldi, il tour di Atom Heart Mother è una produzione unica e speciale: dal 2012 i «Pink Floyd Legend», infatti, sono i soli ad eseguire la lunga suite nella versione integrale accompagnati, come nell’originale, da Coro e Orchestra, registrando ogni volta il “sold out” in luoghi di assoluto prestigio come, oltre agli Arcimboldi e all’Augusteo, allo Sferisferio di Macerata, al Teatro Romano di Ostia Antica, al Teatro Romano di Verona, al Blubar Festival di Francavilla al Mare…
Atom Heart Mother, le cui partiture orchestrali furono scritte dal giovane compositore sperimentale Ron Geesin, si snoda attraverso straordinarie combinazioni tra musica classica e rock, alternando momenti pervasi da eleganti melodie ad altri di pura potenza sinfonica: Atom è considerato il disco della maturità e un punto di svolta nel percorso artistico per i Pink Floyd che abbandonano la psichedelia in nome del progressive rock.

MA CHI SONO I «PINK FLOYD LEGEND»?

Nati nel 2005, i Pink Floyd Legend sono oggi riconosciuti, da pubblico e critica, come il gruppo italiano che rende, in ogni suo spettacolo, il miglior omaggio alla musica dei Pink Floyd. Grazie alla realizzazione di show perfetti (frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live della band inglese) i Legend, solo negli ultimi tre anni, si sono esibiti davanti a più di 50.000 spettatori. 
Dal 2012 a oggi, i «PFL» sono stati l’unica band a riproporre dal vivo la celebre suite Atom Heart Mother con l’ausilio di orchestra e coro, realizzando il “tutto esaurito” in ogni concerto.
Il 2015 è stato caratterizzato dal tour italiano di THE DARK SIDE OF THE MOON insieme alla straordinaria Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dal 1987 e per la prima volta su un palco con una band italiana), ma anche dall’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album THE FINAL CUT in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello Sbarco di Anzio, alla presenza dello stesso Roger Waters.
Il Tour 2016 ha visto i «Pink Floyd Legend» protagonisti di veri e propri concerti-evento in luoghi di assoluto prestigio, come il magnifico Sferisterio di Macerata - storica sede dell’Opera mondiale. L’inedito “Live At Pompeii” ha ripreso vita sul palcoscenico del Teatro Romano di Ostia antica in occasione della prima edizione della rassegna “Il Mito e il Sogno”, registrando anche qui il tutto esaurito e una lunga standing ovation finale. Il 19 novembre dello stesso anno, Roma è diventata il teatro della prima grande giornata/evento dedicata alla musica dei Pink Floyd, il “Pink Floyd Legend Day”. In questa occasione i Legend hanno proposto uno show molto speciale, ripercorrendo l’intera carriera della formazione britannica, con ospiti di eccezione tra cui il giornalista e conduttore televisivo Carlo Massarini.
Nella primavera del 2017, la celebrazione dei quarant’anni di ANIMALS, andata in scena a Roma all’Auditorium Conciliazione e a Milano al LINEARCIAK, ha confermato il successo della band con un ennesimo tutto esaurito. In queste due occasioni, ospite speciale della serata è stato il giornalista Andrea Scanzi, uno dei più grandi conoscitori e appassionati dei Pink Floyd. Durante il “Summertour 2017” i Legend hanno registrato, ancora una volta, un grande successo di pubblico con i “tutto esaurito” al Blubar Festival di Francavilla al Mare (Ch), al Teatro Romano di Ferento (Vt) all’Ostia Antica Festival di Roma e a Villa Adele ad Anzio, in cui hanno presentato per la prima volta il progetto speciale “Roger Waters Night”, un grande omaggio al bassista e alla memoria di suo padre, l’ufficiale britannico Eric Fletcher Waters, che perse la vita proprio ad Anzio.
Il 25 novembre 2017 i «PFL» hanno realizzato a Roma, all’Auditorium della Conciliazione, un ennesimo sold out in occasione della seconda edizione del “Pink Floyd Legend Day”, esibendosi insieme al percussionista Gary Wallis e alle vocalist Claudia Fontaine e Durga Mc Broom, che affiancarono i Pink Floyd nel tour di “The Division Bell”.
Nel 2018 e 2019 il gruppo è in tour con la nuova produzione di Atom Heart Mother. Dopo il debutto “sold out” a Milano, al Teatro degli Arcimboldi, la band ha proseguito il suo cammino nei maggiori teatri italiani, ottenendo ovunque il tutto esaurito.

Dopo il Nestor di Frosinone,  i «Pink Floyd Legend»  si esibiranno nelle più importanti piazze italiane. Chiusura del Tour prevista per il 29 aprile presso il Parco della Musica, a Roma. Un appuntamento da non perdere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA