Frosinone, Boville al buio
Il neo sindaco: «Non c'entro,
finora non ho il potere di decidere»

Giovedì 14 Giugno 2018
Boville al buio, interviene il sindaco.
«Lampioni della pubblica illuminazione spenti dall’una anziché dall’alba», così puntualizza il neo sindaco appena eletto Enzo Perciballi: «Non è stata una decisione mia, ma degli uffici. Non ci sono i soldi in bilancio. Ora non ho il potere di fare nulla. Dopo l’insediamento della Giunta troveremo una soluzione».

Nella stessa nota, tra l'altro, si legge: «Restano accese fino all’alba solo nel centro storico. Il provvedimento è stato fatto partire lunedì 11 giugno, ma era stato deciso diverse settimane prima». Poi si aggiunge: «Un sistema adottato già da altri Comuni anche limitrofi – spiegano dall'ufficio patrimonio – Siamo stati costretti per problemi di bilancio. La decisione è stata solo nostra. Il sindaco non c’entra nulla».

«Io non ne sapevo nulla. Respingo fermamente le ingiuste accuse che mi sono state mosse soprattutto sui social - spiega il sindaco Perciballi -. Rispetto la volontà degli uffici, perché finora non ho il potere di decidere. Devo prima di tutto far insediare il Consiglio comunale per la convalida degli eletti e formare la Giunta. Dopodiché valuteremo la situazione ed eventuali soluzioni diverse da quella adottata. Ed eventualmente apporteremo modifiche agli orari, magari aumentando il tempo di accensione». Poi ha aggiunto: «Se non ci sono i soldi andremo a reperirli, verificando la possibilità di fare una variazione di bilancio. Se ciò non sarà possibile attueremo i provvedimenti necessari, vista la situazione in essere».
  © RIPRODUZIONE RISERVATA