Frosinone, fronte comune
per sostenere Arpino
come capitale della cultura

Venerdì 14 Febbraio 2020


“La candidatura di Arpino tra le 44 in corsa per diventare ‘Capitale italiana della cultura 2021’ non è soltanto un’opportunità preziosa per valorizzare le bellezze e le ricchezze storico-culturali di uno dei più bei paesi della nostra provincia, ma rappresenta la possibilità di rilancio di un intero territorio, che vanta eccellenze culturali, paesaggistiche, gastronomiche e naturalistiche di indiscutibile valore”.
 Con questo auspicio il presidente della Provincia, Antonio Pompeo, ha aperto, questa mattina, la manifestazione organizzata dall’ente di piazza Gramsci in collaborazione con il Comune di Arpino e ospitata nel salone della Provincia.
Ospite anche il prefetto di Frosinone, Ignazio Portelli, che ha rivolto un plauso all'iniziativa “dalla quale – ha detto – ci auguriamo possa crescere lo spirito del fare sistema che rimanga costante nel tempo. Fare sistema è un vantaggio per tutti e sentire oggi parlare qui di un impegno unitario, di un fronte comune per raggiungere un lodevole obiettivo, è motivo di grande orgoglio. Mi auguro che da questa esperienza cominci a crescere un vero spirito di condivisione che duri a lungo".
"Voglio ringraziare il sindaco Renato Rea - ha detto Pompeo - gli amministratori e tutti i sindaci per la loro presenza oggi che è importante non solo per Arpino, cui noi tutti auguriamo di diventare la capitale italiana della cultura 2021, ma anche e soprattutto a dimostrazione che il ‘gioco di squadra’ può e deve funzionare".

© RIPRODUZIONE RISERVATA