Due ciociari indagati per l'esplosione mortale a Rocca di Papa, il perito chiede altro tempo

Sabato 30 Novembre 2019

Serviranno altri 90 giorni per avere un quadro chiaro sull'esplosione causata da una fuga di gas avvenuta lo scorso 10 giugno a Rocca di Papa che costò la vita al sindaco Emanuele Crestini e il suo vice Vincenzo Eleuteri. L'incidente avvenne mentre erano in corso degli scavi. Per la vicenda sono indagati per disastro e omicidio colposo Emiliano Abballe, 45 anni, titolare della Tecnogeo di Monte San Giovanni Campano; il fratello Norman, di 46, geologo e responsabile tecnico della società, che si trovava sul posto nel momento in cui i tre operai della ditta hanno trivellato per errore la tubatura dell'Italgas; e Leonardo Nolasco, 51, anche lui geologo incaricato dal Comune. Gli indagati sono difesi dagli avvocati Nicola Ottaviani e Franco Moretti.

Ieri si è svolto l'incidente probatorio presso il Tribunale di Velletri nel corso del quale doveva essere acquisita la relazione del perito incaricato dal Gip, la professoressa Mara Lombardi, con il compito di stabilire le cause dello scoppio. Il perito, però, ha chiesto altri 90 giorni perché ci sono ancora alcuni aspetti poco chiari. Due in particolare. Innanzitutto è emerso che tra il momento in cui è stato perforato il tubo che ha poi causato la fuoriuscita di gas e quello dello scoppio sarebbe passata circa un'ora e un quarto. La difesa sostiene che la perdita di gas sarebbe stata segnalata, quindi c'è da chiarire chi avrebbe dovuto fermare il pompaggio o eventualmente far evacuare i palazzi circostanti.

In secondo luogo, sulla base dei quesiti posti dalla difesa, il perito nominato dal Tribunale dovrà anche verificare se erano stati previsti i sistemi di sicurezza per fermare il pompaggio del gas in caso di incidente. L'udienza per la prosecuzione dell'incidente probatorio è stata fissata per il 20 febbraio.
 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

L’asse Ficcardi–Cacciatore, la coppia che punta l’indice

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma