Ospedale Frosinone, donate otto poltrone per i genitori dei piccoli pazienti in lunga degenza

Venerdì 6 Novembre 2020
L'ospedale di Frosinone

L’associazione di clownterapia “Teniamoci per Mano Onlus” continua a stare vicino a chi ne ha bisogno nonostante l'emergenza sanitaria del Covid

Impegnati da oltre 10 anni nella “terapia del sorriso”, l’associazione in questo momento difficile per tutto il Paese, sta continuando ad offrire il proprio supporto anche attraverso la donazione di macchinari e materiali
utili alle strutture sanitarie.

Pochi giorni fa, il distretto di Frosinone, costola locale dell’associazione nazionale, ha donato al reparto di pediatria dell’ospedale “Spaziani”, otto poltrone relax destinate ai genitori che assistono i loro bambini in lunga e breve degenza.

Il progetto “Le poltrone del sorriso” è stato coordinato dai responsabili di distretto, Lorenzo Pelloni e Michelle Tortolani, i quali hanno organizzato, insieme al gruppo di volontari, attività di raccolta fondi volte appunto all’acquisto delle sedie relax.

Hanno aderito all’iniziativa anche il gruppo consiliare del Movimento 5 Stelle (Regione Lazio) che ha preso a cuore il progetto contribuendo all’acquisto delle poltrone con il fine di rendere più confortevole la permanenza in ospedale del genitore.

Alla consegna delle 8 poltrone avvenuta nel fine settimana, erano presenti il primario del reparto di pediatria, Antonio Augusto Niccoli, Eduardo Quinto, responsabile nazionale dell’associazione Teniamoci per Mano Onlus, Loreto Marcelli, Vicepresidente Commissione Sanità, Michelle Tortolani Lorenzo Pelloni, volontari e responsabili del distretto di Frosinone.

Secondo il primario in questi anni la presenza dei clown di corsia in ospedale, ha fatto la differenza soprattutto durante i prelievi, le cure mediche e le risonanze a cui i bambini si sottopongono. Grazie al loro intervento, i bambini rispondono meglio alla terapia. Ha altresì mostrato gratitudine per la donazione che aiuterà soprattutto i genitori a riposare nel periodo che purtroppo li vede ricoverati insieme ai propri figli.

«Purtroppo, l’emergenza coronavirus per il momento ci ha negato la possibilità di poter effettuare degli interventi di clownterapia in ospedale, ma stiamo pensando di fare delle corsie virtuali con l’aiuto delle nuove tecnologie - commenta  Eduardo Quinto, responsabile nazionale dell’associazione - Al momento ci stiamo impegnando per poter dare il nostro contributo reale anche alle strutture sanitarie che hanno bisogno di attrezzature: a giugno e a settembre abbiamo donato due umidificatori pediatrici all’ospedale Dono Svizzero di Formia, insieme con la Nazionale Cantanti e con il supporto di Davide De Marinis. Oggi con l’impegno di quanti credono nella nostra missione, siamo riusciti a donare le “poltrone del sorriso”. Ecco, non ci fermeremo. Continueremo a dare il nostro supporto in attesa di poter tornare presto in corsia a regalare sorrisi ai bambini»

Teniamoci per Mano Onlus nasce a Napoli nel 2010, conta più di 800 volontari in tutta Italia ed è presente in oltre 50 strutture sanitarie su tutto il territorio nazionale. 

Ultimo aggiornamento: 17:04 © RIPRODUZIONE RISERVATA